Post

16 Giugno 2016

Difendere gli Europe Direct

“Le misure di austerità proposte dalla Commissione europea nel Programma di lavoro per il 2017 sembrano minacciare i 518 Europe Direct sparsi sul territorio europeo e la loro fondamentale attività di networking tra le istituzioni EU e le istanze ed i bisogni dei territori”.

Con queste motivazioni la presidente dell’Assemblea legislativa, Simonetta Saliera, nella sua veste di membro per la Regione Emilia-Romagna del Comitato delle Regioni, ha avanzato oggi a Bruxelles tre emendamenti tutti approvati ad una risoluzione sullo stato degli Europe Direct poi votata all’unanimità. Sulla stessa lunghezza d’onda dell’Emilia-Romagna anche l’Assia, Land tedesco con la quale dal 1992 è attivo un lungo gemellaggio. Mark Weinmeister, sottosegretario con delega all’Europa dell’Assia ha infatti a sua volta presentato emendamenti al documento a sostegno degli sportelli di informazione europea. “In Emilia-Romagna i Centri Europe direct non solo funzionano e rispondono alle esigenze sia della Commissione europea che dei territori che li ospitano, - afferma la presidente Saliera - ma sono un vero e proprio pezzo di Europa ospitato a casa nostra. In questi tempi di Europa tiepida è necessario ogni sforzo affinché i cittadini e le imprese possano toccare con mano quello che l'Unione fa per noi. In particolare ci rende orgogliosi il prezioso lavoro con le scuole e gli universitari: non possiamo permettere venga ridotto il bagaglio di conoscenze e opportunità che viene loro trasmesso. Gli emendamenti approvati a prima firma Saliera considerano fondamentale l’attività di networking e il ruolo svolto dai centri Europe Direct tra le istituzioni EU e le istanze ed i bisogni dei territori, delle istituzioni locali e dei soggetti della società civile. In quest’ottica mirano a valutare strategie di medio periodo e sottolineano la necessità di rendere più efficace la comunicazione per incontrare le esigenze degli attori locali e del territorio e a valorizzare le forme di partenariato pubblico privato.

Post

20 Marzo 2019

Museo Ogr in Assemblea legislativa, la lettera di Afeva

“Grazie Presidente Saliera: Lei ci ha riavvicinati alle istituzioni repubblicane, e ha dato un esempio di come ci si dovrebbe comportare quando si riveste una importante carica pubblica”. A pochi giorni dall’avvio dei lavori per la realizzazione del Museo Ogr nei locali dell’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna e nel giorno in cui è iniziato il trasferimento dei reperti storici, la Cgil, l’Afeva (Associazione dei famigliari delle vittime dell’amianto) e l’Associazione Artecittà ringraziano la Presidente dell’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna per il ruolo svolto nella salvaguardia del materiale della storica officina bolognese.

20 Marzo 2019

La Val di Zena si racconta in un volume

Dalla balena fossile di Gorgognano al tritone testato, dalla Grotta della Spipola alla Torre dell’Erede, passando per il Castello di Zena e la Pieve di Gorgognano.