Post

1 Giugno 2016

Buon compleanno Repubblica italiana!

"La Repubblica democratica fondata sul lavoro garantisce da 70 anni agli italiani di vivere in una democrazia, in una società con valori, diritti e doveri uguali per tutti i cittadini. Festeggiare il 70° Anniversario della Repubblica italiana non è un fatto rituale, ma un dovere civile che ben volentieri tutti noi assolviamo.

Come Assemblea legislativa regionale abbiamo deciso di farlo nel nome del Presidente Sandro Pertini di cui quest'anno ricorre il 120° anniversario della nascita e la cui opera, tanto agli albori della Repubblica nata dalla Resistenza, quanto nella lotta contro il terrorismo, di ogni colore politico che fosse, negli anni 70-80 è ancora un esempio per tutti noi. Così come quest'anno festeggiamo il 70° Anniversario del primo voto alle donne: i 70 anni della Repubblica, infatti, non sarebbero celebrati come si deve se non li coniugassimo con il ricordo suffragio elettorale femminile con il quale si compì l’unità nazionale iniziata a metà dell’800: perché non si può dire che una nazione sia tale se esclude le donne dal voto e dalla vita pubblica". Così Simonetta Saliera, Presidente dell'Assemblea legislativa regionale in occasione della festa di domani, 2 giugno. Saliera domani pomeriggio alle ore 18 terrà un discorso ufficiale di celebrazione del 70° Anniversario della Repubblica italiana al Centro Montanari di Bologna, in via di Saliceto, mentre, in rappresentanza ufficiale dell'Assemblea, il consigliere Stefano Caliandro parteciperà alle commemorazioni della mattina in Piazza Maggiore. In questi giorni, per festeggiare l'anniversario della nascita della Repubblica, in Assemblea legislativa sono esposti due striscioni: il primo con il volto del Presidente Pertini, il secondo con un'immagine di una donna al voto nel 1946.

Post

22 Ottobre 2021

Cordoglio per la scomparsa di Don Luciano

“La scomparsa di Don Luciano, già parroco di Pianoro Vecchia e Livergnano, è motivo di dolore e di forte dispiacere. Ai suoi famigliari, alla Chiesa di Bologna e a tutti coloro che lo hanno conosciuto e apprezzato il suo impegno di sacerdote vanno le mie più sentite condoglianze. Ci conoscevamo bene, amava ed era un gran conoscitore di musica in particolare d'organo e aveva una innata curiosità di conoscere il mondo in profondità tanto da studiare diverse lingue come il russo proprio per capire a fondo le persone, la loro vita e le loro profondità. Le nostre zuppette alle 23 di sera erano farcite di musica, pittura antica e racconti di vite nei diversi mondi”.

12 Ottobre 2021

Cordoglio per la scomparsa di Sante Tura

"Scienziato di grande livello, medico di stimato valore. Con Sante Tura scompare uno dei bolognesi più illustri, capace di essere appassionato pioniere nel campo della ricerca".