Post

8 Maggio 2016

In ricordo delle vittime del terrorismo

"L'Italia è la nazione europea che, in tempo di pace, ha avuto il maggior numero di vittime per atti di violenza e di stragismo. Si tratta di pagine drammatiche del nostro secondo dopoguerra di cui ancora portiamo le cicatrici, piangiamo i morti e aspettiamo di sapere tutta la verità: verità sugli esecutori materiale, ma ancora di più sui mandati, sul perché tra la fine degli anni 60 e l'inizio del nuovo millennio in Italia, tanto per mano del terrorismo brigatista, quanto dello stragismo neofascita, troppi innocenti persero la vita e troppe volte la nostra Repubblica è stata assediata e attaccata.

Vogliamo ricordare chi è morto e chi, come due nostri illustri corregionali come i senatori Libero Gualtieri e Sergio Flamigni, hanno lavorato per fare luce sulla notte della Repubblica". Così Simonetta Saliera, Presidente dell'Assemblea legislativa regionale, in occasione Giorno della memoria dedicato alle vittime del terrorismo che si celebra in tutta Italia domani, 9 maggio.

Post

18 Settembre 2020

I 70 anni di sacerdozio di Don Lorenzo Lorenzoni

Parrocchia di Montecalvo in festa con il Cardinale Matteo Maria Zuppi, per i 70 anni di ordinamento sacerdotale di Don Lorenzo Lorenzoni, il parroco 94 enne che oltre 10 anni ha letteralmente ricostruito la parrocchia alle porte di Bologna e che proprio da sette decenni è in "servizio permanente", prete dalla mattina alla sera sempre in attività.

24 Agosto 2020

Referendum 20-21 settembre 2020: le ragioni del NO

"L'Idea di Pianoro" REFERENDUM DI SETTEMBRE. Abbiamo chiesto un giudizio a Simonetta Saliera, già sindaco di Pianoro e presidente dell'Assemblea regionale: "Torniamo alla Costituzione. Il valore di una Costituzione e la sua efficacia li si misura nell'arco dei decenni. Da troppi anni la nostra Costituzione (che fu il frutto dell'incontro tra le culture democratiche laiche, cattoliche e marxiste, all'indomani dell'immane tragedia della Seconda Guerra Mondiale) è sotto attacco, tenuta come un foglio sospeso sul bordo di un cestino.