Post

30 Aprile 2016

Buon Primo Maggio!

Vogliamo ricordare la nostra Costituzione: l'Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro.

Il lavoro è salario, quindi autonomia, indipendenza, realizzazione di sé e libertà. Il lavoro è dignità della persona, dignità del lavoratore, dignità di una comunità che rifiuta il lavoro illegale e che si indigna per le troppe morti nei cantieri. I dati diffusi oggi dall'Inail, purtroppo, ne denunciano un aumento del 16% rispetto al 2015. La politica deve avere il coraggio di rappresentare e difendere gli interessi e i diritti della parte meno potente della società. Alla festa del Primo Maggio devono seguire le riflessioni e l'impegno perché l'Italia sia sempre una Repubblica democratica fondata sul lavoro. Da tempo, il Comitato delle Regioni europee di cui sono componente, ha chiesto all'Unione europea di adottare provvedimenti, primo fra tutti l'introduzione di tetti di salari minimi, per ridurre le diseguaglianze e contrastare la delocalizzazione in quei Paesi dove ci sono salari più bassi e meno diritti. Una battaglia di civiltà. Buon Primo Maggio a tutti!

Post

17 Gennaio 2019

In Assemblea la tragedia delle vittime della Uno Bianca

Cosa si legge nelle carte del processo sulla vicenda della banda della Uno bianca? Qual è la verità storica e quella processuale? A parlarne agli studenti di conCittadini dell’Assemblea legislativa il sostituto procuratore di Bologna, Valter Giovannini, in un incontro organizzato lunedì prossimo, 21 gennaio, alle ore 9.30 nell’aula magna della Regione in viale Aldo Moro 30.

17 Gennaio 2019

Barbarie sotto le Due Torri

Dopo la promulgazione delle leggi razziali i cittadini italiani di religione ebraica divennero italiani perseguitati in patria.Furono schedati dalle autorità del loro Paese che prepararono la strada ai rastrellamenti, alle deportazioni e allo sterminio.