Post

19 Aprile 2016

L'Ilario Rossi ritrovato

“L’Ilario Rossi ritrovato” si svela in Assemblea legislativa regionale. Giovedì prossimo 21 aprile alle ore 12, in occasione del 71° Anniversario della Liberazione di Bologna e a pochi giorni da quello della Liberazione d’Italia, nei locali dell’Assemblea legislativa della regione in Emilia-Romagna, in viale Aldo Moro, 50, la Presidente dell’Assemblea Simonetta Saliera, il Presidente dell’Anpi Bolognina Armando Sarti, i sindaci di Monzuno Marco Mastacchi e di Marzabotto Romano Franchi, e l’assessore alla Scuola del Comune di Bologna Marilena Pillati, inaugureranno la monumentale opera (10 metri per tre) realizzata nel 1946 dall’artista bolognese Ilario Rossi e dedicata al ricordo dell’Eccidio di Marzabotto.

Si tratta dei bozzetti inediti di Ilario Rossi che il figlio donò al Comune di Monzuno e che a sua volta il Comune dell’Appennino bolognese ha donato all’Assemblea legislativa perché siano esposti al pubblico. «Si tratta di un'opera di grande valore culturale - spiega Saliera -: per l'assemblea legislativa è stato un onore accettare la donazione del Comune di Monzuno ed esporla in maniera permanente al pubblico nella sede dell'assemblea. E' la conferma, specie in questo periodo in cui in tutta Europa stanno riaffiorando forme di razzismo e intolleranza, del nostro impegno per i valori della democrazia, dell'antifascismo e della Repubblica nata dalla Resistenza. E' il nostro contributo affinché le nuove generazioni sappiano cosa è accaduto e si vaccinino verso la ripetizione di fenomeni autoritari e violenti come quelli che caratterizzarono la prima metà del XX secolo». Nell'occasione il figlio Antonio Rossi e Gli Amici di Monzuno di Ilario Rossi', ricorderanno la figura dell'artista, e lungo i percorso che accompagnerà i visitatori verso l’opera saranno esposti frasi e pensieri dedicati ai valori della Resistenza e della Repubblica, di personalità del calibro, tra gli altri, degli ex Presidenti della Repubblica (e combattenti per la libertà) Giuseppe Saragat, Sandro Pertini e Carlo Azeglio Ciampi, del Presidente della Costituente Arrigo Boldrini, dei partigiani emiliano-romagnoli Benigno Zaccagnini e Arrigo Boldrini, dei compianti senatori a vita Norberto Bobbio e Leo Valiani, di scrittori di fama come Giorgio Bassani e Beppe Fenoglio, e di due storiche parlamentari della Repubblica come Nilde Iotti, prima donna Presidente della Camera dei Deputati, e Tina Anselmi, prima donna a ricoprire l’incarico di Ministro nella storia della Repubblica italiana.

Post

22 Ottobre 2021

Cordoglio per la scomparsa di Don Luciano

“La scomparsa di Don Luciano, già parroco di Pianoro Vecchia e Livergnano, è motivo di dolore e di forte dispiacere. Ai suoi famigliari, alla Chiesa di Bologna e a tutti coloro che lo hanno conosciuto e apprezzato il suo impegno di sacerdote vanno le mie più sentite condoglianze. Ci conoscevamo bene, amava ed era un gran conoscitore di musica in particolare d'organo e aveva una innata curiosità di conoscere il mondo in profondità tanto da studiare diverse lingue come il russo proprio per capire a fondo le persone, la loro vita e le loro profondità. Le nostre zuppette alle 23 di sera erano farcite di musica, pittura antica e racconti di vite nei diversi mondi”.

12 Ottobre 2021

Cordoglio per la scomparsa di Sante Tura

"Scienziato di grande livello, medico di stimato valore. Con Sante Tura scompare uno dei bolognesi più illustri, capace di essere appassionato pioniere nel campo della ricerca".