Post

9 Aprile 2016

Assemblea, opere, donazioni

Venticinque nuove opere di pittori bolognesi di fama vanno ad arricchire il patrimonio artistico dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna.

Si tratta di opere di Carlo Soricelli (“Bosco pranico”), Mario Nanni, (“Geografia dell’attenzione”), Nanni Menetti, pseudonimo del pittore Luciano Nanni (“Microviolenza”, realizzata con la tecnica della criografia, ovvero il colore sparso dall’artista e lasciato congelare al freddo in modo che il gelo lo modelli a suo piacimento), Riccardo Chiesi detto Chicci (“Il filo non lo compro più”) e poi 21 opere di Umberto Zanetti, tutte facenti parte della stessa collezione. Le opere, dal grande valore culturale anche perché realizzate da pittori legati al territorio emiliano-romagnolo e noti a livello internazionale, sono state donate dagli autori stessi alla Presidente dell’Assemblea legislativa regionale Simonetta Saliera “per l’impegno – si legge nelle varie lettere di donazione – nell’attività di lavoro dell’Assemblea”. A sua volta la Presidente Saliera ha deciso di ha trasferire l’intera galleria pittorica al patrimonio dell’Assemblea affinché venga interamente esposta in modo permanente nei locali pubblici dell’Assemblea in modo che sia fruibile e visibile a tutti i cittadini.

Post

18 Settembre 2020

I 70 anni di sacerdozio di Don Lorenzo Lorenzoni

Parrocchia di Montecalvo in festa con il Cardinale Matteo Maria Zuppi, per i 70 anni di ordinamento sacerdotale di Don Lorenzo Lorenzoni, il parroco 94 enne che oltre 10 anni ha letteralmente ricostruito la parrocchia alle porte di Bologna e che proprio da sette decenni è in "servizio permanente", prete dalla mattina alla sera sempre in attività.

24 Agosto 2020

Referendum 20-21 settembre 2020: le ragioni del NO

"L'Idea di Pianoro" REFERENDUM DI SETTEMBRE. Abbiamo chiesto un giudizio a Simonetta Saliera, già sindaco di Pianoro e presidente dell'Assemblea regionale: "Torniamo alla Costituzione. Il valore di una Costituzione e la sua efficacia li si misura nell'arco dei decenni. Da troppi anni la nostra Costituzione (che fu il frutto dell'incontro tra le culture democratiche laiche, cattoliche e marxiste, all'indomani dell'immane tragedia della Seconda Guerra Mondiale) è sotto attacco, tenuta come un foglio sospeso sul bordo di un cestino.