Post

24 Marzo 2016

Da Obama alla Consulta: complimenti a Charles Bernardini

Da Obama all'Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna. Charles Bernardini, 69 anni, stretto collaboratore di Barak Oabama, è tra i "consultori" stranieri della Consulta regionale per gli emiliano-romagnoli nel mondo, l'organismo (ora tutto interno all'Assemblea e quindi con spese di gestione abbattute rispetto al passato) di viale Aldo Moro che si occupa di tenere i rapporti tra i cittadini emiliano-romagnoli che vivono all'estero e la regione d'origine loro o dei loro avi.

"Siamo molto contenti che una persona del suo spessore che non ha mai abbandonato il legame con l'Appennino bolognese di cui è originario abbia accettato di continuare a collaborare con la Consulta", spiega Simonetta Saliera, Presidente dell'Assemblea legislativa regionale, dà notizia dell'impegno di Bernardini. L’avvocato Bernardini ha radici sull’Appennino, a Rocca Corneta di Lizzano in Belvedere, minuscola località della montagna bolognese che si incastra nei territori di Fanano e di Montese, da dove nel 1904 fa suo nonno Ciro partì alla volta degli Usa alla ricerca di fortuna e trovando impegno in una miniera dell'Illinois dove nel 1909 trovò la morte (insieme a altri 258 minatori, di cui 43 originari dell'Appennino bolognese come lui ) in un incendio. Compagno di Obama nel Partito Democratico Usa, Bernardini collabora con l'attuale Presidente degli Stati Uniti fin da quando Obama faceva l'avvocato in un importante studio legale. Poi il salto nella politica dove era già un autorevole esponente dei Democratici a Chicago: è stato uno dei trecento consulenti che hanno preparato la campagna elettorale al giovane presidente degli States. Già presidente della Camera di Commercio italiana dell'Illinois e presidente dell’Associazione Emiliano-Romagnoli dell'Illinois, Bernardini nel 2014 ha ricevuto dal Presidente della Repubblica italiana Giorgio Napolitano, l’onorificenza di Cavaliere al merito della Repubblica, mentre nel 2015 è stato insignito del titolo di cittadino onorario di Lizzano in Belvedere.

Post

6 Agosto 2019

Cordoglio per i morti sul lavoro a Borgo Panigale

"Non si può morire di lavoro. Esprimo le più sentite condoglianze e la più forte vicinanza alle famiglie dei due operai rimasti vittime dell'incidente sul lavoro di Borgo Panigale. Purtroppo dobbiamo registrare un sempre maggior numero di caduti sul lavoro, piaga della nostra società che va contrastata con forza e determinazione".

4 Agosto 2019

L'Assemblea legislativa "salva" i palstici di Kenzo Tange

I "plastici di Tange" trovano casa in Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna. Viale Aldo Moro "salva" così la storia di Bologna.