Post

16 Marzo 2016

Missione Saharawi/1: ad Algeri con il nostro Ambasciatore

E' stato l'incontro con l'ambasciatore italiano in Algeria a dare il via alla missione dell’Emilia-Romagna nei campi profughi Saharawi.

L'ambasciatore Michele Giacomelli ha accolto la delegazione istituzionale in arrivo da Roma all'aeroporto di Algeri. A guidarla è la presidente dell'Assemblea legislativa regionale, Simonetta Saliera, che assieme al consigliere Gabriele Delmonte, membro dell’Integruppo assembleare “Amici del popolo Saharawi”, ha illustrato all'ambasciatore gli obiettivi della missione: consolidare le relazioni con il popolo Saharawi, monitorare i progetti di cooperazione realizzati anche grazie al contributo della Regione Emilia-Romagna, verificare le condizioni di vita della popolazione dopo le alluvioni di ottobre 2015. “Mi sembra importante poter portare il saluto delle autorità italiane a una missione che ha uno scopo umanitario forte e che va a dare aiuto a una popolazione che vive in una condizione di sofferenza”, ha detto Giacomelli, sottolineando come anche la cooperazione allo sviluppo portata avanti dall’Italia sia impegnata nella risoluzione dei problemi di salute e alimentari sul territorio. “Mi fa piacere- aggiunge- che la composizione della delegazione rappresenti la forza del territorio emiliano-romagnolo e la sua capacità di porsi come riferimento sul piano umanitario e di apertura verso i popoli”. L'Ambasciatore ha inoltre ricordato che lo Stato algerino ha un'attenzione storica verso il popolo Saharawi, pur non essendo parte diretta nella definizione dello status dei territori del Sahara Occidentale: “Lo fa sulla base di un'amicizia e di una sensibilità tradizionale verso il principio dell'autodeterminazione dei popoli, così come sancito dalle risoluzioni delle Nazioni Unite”.

Post

8 Febbraio 2021

I quadri di Roffi per Don Lorenzoni e i cipressi di Montecalvo

La "Trilogia dei cipressi" dell'artista Giampaolo Roffi celebra gli alberi di Montecalvo e il loro salvataggio, realizzato grazie alla collaborazione tra cittadini, parrocchia e associazioni del territorio.

6 Gennaio 2021

Ricordo delle vittime dell'incidente ferroviario di Crevalcore

“Il ricordo di quanto avvenne a Crevalcore il 7 gennaio di 16 anni fa è motivo di dolore per tutti: i 17 morti, i feriti, lo strazio dei loro cari e dell’intera nostra comunità. Ma non bisogna dimenticare come il paese seppe reagire e affrontare con dignità e forza gli effetti del terribile disastro ferroviario”.