Post

15 Marzo 2016

Buon lavoro alla Conferenza regionale delle elette

“Rivolgo a tutte voi i migliori auguri di buon lavoro: l’insediamento della Conferenza regionali delle elette è tanto il punto di arrivo, quanto quello di partenza del lavoro dell’Assemblea regionale, della Regione tutta e della Commissione Parità e Diritti su un tema fondamentale per la nostra democrazia come quello dei diritti personali, politici e sociali”.

Con questa parole, in un messaggio inviato a Roberta Mori, Presidente della Commissione Parità e diritte delle persone, Simonetta Saliera, Presidente dell’Assemblea legislativa regionale. rivolge un saluto alle organizzatrici e alle partecipanti della prima seduta della Conferenza regionale delle elette che si terrà domani mattina a partire dalle ore 9 sala polivalente 'Guido Fanti' dell’Assemblea legislativa, in viale Aldo Moro 50, a Bologna. La Conferenza regionale delle elette è l’organismo - introdotto dalla legge quadro regionale per la parità e contro le discriminazioni di genere - di cui fanno parte tutte le sindache e le consigliere dell’Emilia-Romagna e a cui sono invitati anche i rappresentanti delle Giunte con delega alle Pari opportunità. “Il vostro lavoro su questi temi è molto importante anche perché – spiega Saliera - quest'anno, infatti, ricorre il 70° anniversario del voto alle donne, appuntamento che l'Assemblea ha voluto festeggiare con una mostra allestita proprio qui in Regione. Si tratta non solo di un anniversario storico, ma di un monito sempre attuale a cui attività come quella della Commissione Parità e della Conferenza danno fiato quotidianamente. Nei volti delle protagoniste, nelle parole dei manifesti, nell’inchiostro dei documenti e degli articoli di giornale conservati nella mostra, infatti, c’è la storia e di un impegno: quello di essere sempre cittadine consapevoli del ruolo nella società. Perché lo abbiamo fatto? Perché crediamo che mai come oggi quando l’astensionismo supera i limiti fisiologici di ogni democrazia e diventa un fenomeno patologico, bisogna ricordare che ci fu chi perse la vita per conquistare il diritto al voto e alla partecipazione. E mai dimenticare che votare non è solo scegliere, in un solo giorno a scadenza di anni, ma è essere cittadine attive: controllare, informarsi, mai essere conformiste. E’ partecipare ogni giorno alla vita della nostra comunità, denunciarne le storture, difenderne le cose fatte bene e i valori. E’ rifiutare l’idea che si debba rinunciare al proprio diritto di cittadinanza per tornare ad essere sudditi”. Il programma dei lavori di domani prevede la partecipazione e gli interventi, tra gli altri, del consigliere segretario dell’Ufficio di Presidenza Yuri Torri, di Emma Petitti, Assessore regionale alle Pari Opportunità e di Roberta Mori, prima firmataria della legge quadro regionale e Presidente della Commissione assembleare Parità e diritti delle persone.

Post

21 Ottobre 2019

Solidarietà ai rider bolognesi licenziati via sms

"Il lavoro non è solo salario, ma dignità della persona umana: la drammatica vicenda dei riders bolognesi licenziati offende i valori stessi della nostra Costituzione".

18 Ottobre 2019

Successo per l'inaugurazione della mostra della Consulta fra le antiche arti bolognesi

“E’ una mostra chiara e semplice che dovrebbe essere molto presente nelle Istituzioni perché è un corso di formazione per la politica di oggi: guardandola si imparano molte cose e soprattutto come proseguire nella valorizzazione della nostra storia”.