Post

4 Marzo 2016

Marzabotto, nessun negazionismo

"Quella di Marzabotto è una ferita ancora aperta in tutta la comunità democratica internazionale: la barbarie perpetuata dalle truppe di occupazione tedesca durante la Seconda Guerra Mondiale è un ricordo di terrore e di morte che non può essere offeso con facili negazionismi o disinvolta superficialità, elementi entrambi che sono terreno fertile per l'oblio e il ripetersi delle tragedie che hanno insanguinato il '900.

Per questi motivi occorre fare assoluta chiarezza e, chi ne ha l'autorità, prendere i provvedimenti del caso in merito alla denuncia del Presidente del Comitato Onoranze ai Caduti di Marzabotto Walter Cardi, che ha appreso dalle pagine del Pforzheimer Zeitung della decisione assunta dal comune tedesco di Engelsbrand di assegnare una medaglia commemorativa a Wilhelm Kusterer, uno dei boia di Marzabotto". Così Simonetta Saliera, Presidente dell'Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna.

Post

17 Gennaio 2019

Barbarie sotto le Due Torri

Dopo la promulgazione delle leggi razziali i cittadini italiani di religione ebraica divennero italiani perseguitati in patria.Furono schedati dalle autorità del loro Paese che prepararono la strada ai rastrellamenti, alle deportazioni e allo sterminio.

15 Gennaio 2019

Cordoglio per la morte del Sindaco di Danzica

"Con dolore esprimo le più sentite condoglianze alla famiglia di Pawel Adamowicz, uomo libero ed antifascista, e all'intera città di Danzica di cui per sei mandati è stato stimato ed amato sindaco".