Post

1 Marzo 2016

Assemblea e Università insieme contro le mafie, venerdì arriva il Procuratore Nazionale Antimafia

L’impegno civile contro le mafie, tema su cui confrontarsi con giovani e studenti. Venerdì 4 novembre, l'Assemblea legislativa dell'Emilia-Romagna, insieme all'Università di Bologna, organizza un incontro tra Franco Roberti, Procuratore nazionale antimafia, Maria Falcone, presidente della Fondazione Giovanni e Francesca Falcone, i ragazzi delle scuole superiori di “conCittadini”, il percorso di cittadinanza attiva dell'Assemblea legislativa, e gli studenti dell’Alma Mater Studiorum.

L'appuntamento è alle 9.30 in via Belmeloro 14, a Bologna, nell'Aula B del complesso Belmeloro: tra gli interventi previsti anche quelli di Gaetano Paci, Procuratore aggiunto della Direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria, e di Stefania Pellegrini, direttrice del Master in “Gestione e riutilizzo di beni e aziende confiscati alle mafie. Pio La Torre” dell'Università di Bologna, mentre a moderare l’incontro –dal titolo “L'impegno civile nel contrasto alle mafie” - sarà Elia Minari, coordinatore di Cortocircuito, associazione studentesca antimafia partner dell’Assemblea legislativa nelle iniziative sulla legalità. La giornata si aprirà con i saluti del rettore dell’Ateneo di Bologna, Francesco Ubertini, e della presidente dell'Assemblea legislativa, Simonetta Saliera. “Con la legge 3 del 2011 l’Emilia-Romagna ha avviato un percorso di cooperazione istituzionale con altri enti, compreso il sistema scolastico e universitario che ha già portato a quasi 100 accordi per la realizzazione di progetti di prevenzione e contrasto e per il recupero di beni confiscati- sottolinea la presidente Saliera-, abbiamo messo in campo competenze tecniche e di progettazione per tanti tipi di azioni, dalla mobilitazione della società civile a interventi culturali e formativi”. Nello specifico, poi, l’Assemblea legislativa ha approvato “due leggi di settore, sempre con il duplice obiettivo della prevenzione e del contrasto, per i comparti dell’edilizia, nel 2010, e della logistica-facchinaggio-autotrasporto nel 2014”, ricorda ancora la presidente, che cita anche “la battaglia condivisa da tutte le forze politiche per avere la Direzione investigativa antimafia in Emilia-Romagna, cosa poi avvenuta e che ha dato risultati concreti. Giunta e Assemblea legislativa sono poi al lavoro sulla legge quadro sulla legalità e il contrasto alle mafie”. Inoltre, “l’Assemblea legislativa è impegnata direttamente in attività di promozione della cittadinanza attiva e di temi quali la Memoria, i diritti e, appunto, la legalità, con progetti, come questo incontro di venerdì, rivolti ai giovani, perché è nelle scuole ed è con le scuole che lavoriamo. Solo nel 2015- conclude Saliera- l’Assemblea legislativa è entrata in contatto con 30.000 soggetti, in gran parte giovani e studenti, per diffondere la cultura della legalità”.

Post

18 Gennaio 2019

Restaurato il Cimitero di Casaglia

Prima lo hanno smontato pietra dopo pietra. Poi, una volta restaurata pietra dopo pietra e rifatte le fondamenta, lo hanno rimontato mattone su mattone. Con un lavoro certosino, che testimonia come la memoria si edifichi fin dalle piccole cose, con dedizione e tenacia.

17 Gennaio 2019

In Assemblea la tragedia delle vittime della Uno Bianca

Cosa si legge nelle carte del processo sulla vicenda della banda della Uno bianca? Qual è la verità storica e quella processuale? A parlarne agli studenti di conCittadini dell’Assemblea legislativa il sostituto procuratore di Bologna, Valter Giovannini, in un incontro organizzato lunedì prossimo, 21 gennaio, alle ore 9.30 nell’aula magna della Regione in viale Aldo Moro 30.