Post

1 Gennaio 2016

Pace, Pace, Pace

"La pace non è solo assenza di guerra.

E' giustizia sociale, è rispetto della dignità della persona umana, è riconoscere se stessi negli altri, riconoscere agli altri quei diritti che vogliamo siano a noi riconosciuti. La pace è vivere in una società dove nessuno viene lasciato solo, dove si toglie acqua a quel brodo di cultura dove possono germogliare i semi della violenza e della cattiveria. La pace è un diritto sancito dalla nostra Costituzione che ognuno di noi, Istituzioni e corpi sociali, singoli cittadini e gruppi organizzati, dobbiamo costruire ogni giorno, con fatica e una grande azione di formazione partendo dal ricordo delle tragedie del passato. L'oblio della memoria porta, infatti, con sé il dramma di dover rivivere le pagine peggiori della nostra storia". Questo il messaggio inviato da Simonetta Saliera, Presidente dell'Assemblea legislativa regionale dell'Emilia-Romagna, agli organizzatori e ai partecipanti di "Dire fare danzare la pace", l'iniziativa pacifista e di confronto interculturale che si tiene oggi pomeriggio a Bologna.

Post

18 Settembre 2020

I 70 anni di sacerdozio di Don Lorenzo Lorenzoni

Parrocchia di Montecalvo in festa con il Cardinale Matteo Maria Zuppi, per i 70 anni di ordinamento sacerdotale di Don Lorenzo Lorenzoni, il parroco 94 enne che oltre 10 anni ha letteralmente ricostruito la parrocchia alle porte di Bologna e che proprio da sette decenni è in "servizio permanente", prete dalla mattina alla sera sempre in attività.

24 Agosto 2020

Referendum 20-21 settembre 2020: le ragioni del NO

"L'Idea di Pianoro" REFERENDUM DI SETTEMBRE. Abbiamo chiesto un giudizio a Simonetta Saliera, già sindaco di Pianoro e presidente dell'Assemblea regionale: "Torniamo alla Costituzione. Il valore di una Costituzione e la sua efficacia li si misura nell'arco dei decenni. Da troppi anni la nostra Costituzione (che fu il frutto dell'incontro tra le culture democratiche laiche, cattoliche e marxiste, all'indomani dell'immane tragedia della Seconda Guerra Mondiale) è sotto attacco, tenuta come un foglio sospeso sul bordo di un cestino.