Post

23 Luglio 2015

A Expò in nome del "maestro" Alberto Manzi

L'Albero della Partecipazione e la mostra dedicata a Alberto Manzi, il "maestro" di "Non è mai troppo tardi". L'Assemblea regionale dell'Emilia-Romagna sbarca all'Expo di Milano nel nome della democrazia e del diritto al sapere e al cibo.

Il 30 luglio a Milano le vignette della fumettista Agata Matteucci sui pensieri lasciati dai cittadini e quelli raccolti on line. Poi l’anteprima della mostra “L’uomo contro la fame. La lezione di Alberto Manzi” e gli amministratori locali dell’Emilia-Romagna e del Senegal che sperimentano i modelli partecipativi in un gioco di ruolo. L’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna arriva a Expo, ospite al padiglione della Kip international school, la scuola internazionale attiva nella diffusione dei contenuti della “Piattaforma del Millennio” delle Nazioni Unite. E a Milano, il 30 luglio 2015, porta una serie di iniziative sotto il titolo “Nutrire il pianeta alimenta la pace”. Dalla lezione del maestro Alberto Manzi sull'uomo e la sua battaglia contro la fame, attuale oggi come 40 anni fa, quando venne pensata, ai percorsi condivisi fra istituzioni e cittadini per decidere insieme sulle politiche pubbliche nei territori: per esempio, utilizzando l’albero della partecipazione, al quale appendere idee e pensieri cui dare subito forma (e disegno), o chiedendo agli amministratori locali di mettersi in gioco, impegnandosi nella ‘conquista’ di fondi pubblici. Innanzitutto l’anteprima della mostra didattica “L’uomo contro la fame. La lezione di Alberto Manzi”, realizzata in collaborazione con il Centro Manzi: è molto bello che si ricordi un uomo che non interpretò il suo ruolo di maestro con lo stare dietro alla cattedra, ma lavorò per alfabetizzare un'intera generazione di uomini e di donne che, causa la miseria e la guerra, avevano dovuto sacrificare i libri di scuola al lavoro nei campi, nelle fabbriche, nei porti. Poi l'albero della partecipazione (preso in prestito dal Comune di Cervia) al quale i visitatori di Expo potranno appendere idee su cibo, sviluppo e sostenibilità, pensieri che il pubblico, a partire dalle ore 19 del 30 luglio, potrà, in tempo reale, vedere trasformati in vignette grazie alla fumettista e disegnatrice bolognese Agata Matteucci. Nella mattinata, sempre in tema di partecipazione, una ventina tra amministratori emiliano-romagnoli e di due macroregioni del Senegal, assieme a cittadini di entrambe le nazionalità, dopo l'esperienza di scambio che li ha visti impegnati l'anno scorso in Assemblea legislativa, torneranno ad incontrarsi, questa volta sul terreno di un originale "gioco di ruolo": una simulazione che richiamerà il funzionamento di un comitato locale di sviluppo partecipato dove i diversi portatori di interesse della ipotetica cittadina di Bekip dovranno mettersi in gioco per conquistare il prezioso finanziamento che consentirà la realizzazione di un progetto di sviluppo; tutto secondo uno schema di lavoro gestito da mediatori professionali. E per portare contributi e far fiorire "virtualmente" l'albero della partecipazione, l'Assemblea legislativa apre da oggi la raccolta di idee anche on line. Idee che verranno disegnate anch'esse il 30 luglio e poi pubblicate sul web nel portale dell’Assemblea legislativa. Chiunque può partecipare inviando il suo pensiero compilando un semplice form al link http://www.assemblea.emr.it/expo/visite-al. Il programma completo delle iniziative dell'Assemblea legislativa a Expo è nella sezione: http://www.assemblea.emr.it/expo/

Post

11 Novembre 2018

Ricordo della Battaglia di Porta Lame

"La Battaglia di Porta Lame è una tappa fondamentale nel percorso di recupero della libertà degli Italiani, del riscatto della dignità della nostra Patria dopo 20 anni di dittatura e di guerra. Oggi è anche il momento per ricordare, con onore e rispetto, due grandi bolognesi che non ci sono più, Lino William Michelini e Giancarlo Grazia, che combatterono per la libertà di tutti noi".

6 Novembre 2018

Minuto di silenzio per Danilo Zavatta, caduto sul lavoro

Minuto di silenzio in Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna per ricordare Danilo Zavatta, di dipendente della Protezione Civile che giovedì scorso è morto mentre effettuava il monitoraggio della diga-invaso di San Bartolo, nel ravennate.