Post

7 Luglio 2015

All'Istituto Cavazza per premiare i nuovi telefonisti

L’Istituto Cavazza conferma il valore della collaborazione tra Istituzioni e l’importanza della formazione per garantire diritti a tutti i cittadini, a partire da quella al lavoro.

Questa mattina, in rappresentanza dell'Assemblea legislativa regionale, ho partecipato alla cerimonia tenutasi all’Istituto Cavazza di Bologna, per la consegna dei diplomi ai 29 studenti (provenienti da tutta Italia) che, nel corso del 2014, hanno partecipato ai corsi di formazione di centralinisti telefonici non vedenti e ipovedenti. E’ dal 1983 che l’Istituto Cavazza fa corsi di questo tipo: sono stati diplomati circa 500 giovani non vedenti e ipovedenti di ambo i sessi che hanno trovato occupazione in percentuali vicine al 100 per 100. La didattica del corso riguarda l'insegnamento di telefonia, centralino, etica professionale, legislazione, lingua inglese, lingua francese, applicazioni informatiche, orientamento e mobilità. Il corso ha una durata di 1200 ore annue e si svolge in genere da marzo a dicembre. La parte didattica del corso è finanziata interamente dal sistema di formazione della Regione Emilia-Romagna; la parte residenziale è a carico delle strutture territoriali di provenienza e in parte delle famiglie.

Post

26 Marzo 2019

Cordoglio per la scomparsa del sindaco di Loiano

"A nome mio personale e di tutta l'Assemblea legislativa regionale dell'Emilia-Romagna esprimo le più sentite condoglianze per la scomparsa di Patrizia Carpani, sindaco di Loiano. Amministratrice seria e innamorata della sua comunità, il Sindaco Carpani lascia un grande vuoto. Ai suoi cari, a quanti l'hanno conosciuta vanno le nostre più sentite condoglianze".

26 Marzo 2019

Condanna per il vandalismo ai danni della targa in ricordo delle vittime della Uno Bianca

"Si tratta di un grave sfregio a tutta la città di Bologna, un'offesa alle vittime e ai loro famigliari e a quanti credono nella democrazia e nella civile convivenza. Bologna non dimentica la barbarie e la violenza degli efferati omicidi della banda criminale della Uno Bianca. A Rosanna Zecchi, a tutti i famigliari delle vittime va tutta la nostra più sincera vicinanza, certi che i responsabile di questa viltà verranno individuati dalle autorità competenti e puniti".