Post

7 Luglio 2015

Benvenuto, Comune di Ventasso!

“Benvenuto Comune di Ventasso! Il voto definitivo dell’Assemblea legislativa regionale sancisce la nascita ufficiale del nuovo Comune dell’Appennino reggiano, frutto dell’impegno dei suoi sindaci, di un percorso iniziato nella scorsa legislatura e culminato nel referendum con cui i residenti hanno dato il loro assenso alla nascita di un nuovo e più forte Comune. E’ una scelta che si inserisce a pieno nel percorso di riordino istituzionale iniziato da tempo dalla Regione Emilia-Romagna con l’obiettivo di rafforzare le nostre comunità in tempo di crisi”.

Con queste parole Simonetta Saliera, Presidente dell’Assemblea legislativa regionale, commenta il voto dell’Assemblea regionale che ha ratificato la nascita del Comune di Ventasso, nato dalla fusione dei Comuni di Ligonchio, Collagna, Ramiseto e Busagna, in provincia di Reggio Emilia. “Si conferma come nella nostra terra le riforme si fanno, si coinvolgono i cittadini e la società e si agisce – sottolinea Saliera – avendo chiari obiettivi: nel caso della riforma delle pubbliche amministrazioni riducendo i costi di gestione in modo da aumentare le risorse per i servizi alla persona, il sostegno alle imprese e al lavoro, la cura del territorio”. La Presidente dell’Assemblea ringrazia poi “i sindaci, sia quelli in carica, sia i loro predecessori, che hanno avuto di il coraggio di iniziare e proseguire, con grande disinteresse personale, il processo di fusione”.

Post

17 Gennaio 2019

In Assemblea la tragedia delle vittime della Uno Bianca

Cosa si legge nelle carte del processo sulla vicenda della banda della Uno bianca? Qual è la verità storica e quella processuale? A parlarne agli studenti di conCittadini dell’Assemblea legislativa il sostituto procuratore di Bologna, Valter Giovannini, in un incontro organizzato lunedì prossimo, 21 gennaio, alle ore 9.30 nell’aula magna della Regione in viale Aldo Moro 30.

17 Gennaio 2019

Barbarie sotto le Due Torri

Dopo la promulgazione delle leggi razziali i cittadini italiani di religione ebraica divennero italiani perseguitati in patria.Furono schedati dalle autorità del loro Paese che prepararono la strada ai rastrellamenti, alle deportazioni e allo sterminio.