Post

10 Giugno 2015

Confermata l'amicizia con il Cile

Conferma e rafforzamento dei legami e della collaborazione tra Assemblea legislativa regionale e famigliari dei desaparecidos cileni e di quanti dal Cile dovettero fuggire dalla dittatura di Pinochet e trovarono asilo e aiuto in Italia. Simonetta Saliera, Presidente dell’Assemblea legislativa, ha incontrato una delegazione di esuli cileni e di famigliari delle vittime del regime che insanguinò il Paese latinoamericano tra gli anni 70 e 80.

Leonardo Barcelò, che dal Cile fuggì per arrivare a Bologna, Margherita Maino, figlia di Juan Bosco Maino, rappresentante del partito democristiano di sinistra Mapu, forza politica che sosteneva il governo democratico e di sinistra di Salvator Allende e che fu assassinato dai militari per il suo aiuto ai poveri, e Maria Paz Venturelli, figlia di Omer Venturelli, anche lui vittima del regime. “Crediamo che si debba sempre tenere viva la memoria di quanto è accaduto perché non accada più: è un compito che l’Assemblea legislativa persegue soprattutto nel rapporto con le scuole”, spiega Saliera che ricorda come “l’obiettivo è rafforzare una cultura democratica nei nostri ragazzi”. All’incontro ha partecipato anche l’avvocato Andrea Speranzoni che rappresenta i parenti degli oltre 30 cittadini cileni, argentini e uruguaiani che avevano anche la cittadinanza italiana e che furono assassinati dalle dittature dei rispettivi Paesi negli anni ’70-’80.

Post

11 Novembre 2018

Ricordo della Battaglia di Porta Lame

"La Battaglia di Porta Lame è una tappa fondamentale nel percorso di recupero della libertà degli Italiani, del riscatto della dignità della nostra Patria dopo 20 anni di dittatura e di guerra. Oggi è anche il momento per ricordare, con onore e rispetto, due grandi bolognesi che non ci sono più, Lino William Michelini e Giancarlo Grazia, che combatterono per la libertà di tutti noi".

6 Novembre 2018

Minuto di silenzio per Danilo Zavatta, caduto sul lavoro

Minuto di silenzio in Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna per ricordare Danilo Zavatta, di dipendente della Protezione Civile che giovedì scorso è morto mentre effettuava il monitoraggio della diga-invaso di San Bartolo, nel ravennate.