Post

5 Giugno 2015

Domani alla Festa della Cgil per parlare di lavoro, diritti e contrasto al caporalato

Diritti del lavoro e contrasto al caporalato. Impegno e collaborazione tra Istituzioni e parti sociali per dare concretezza a impegni e principi. Domani pomeriggio (ore 18,30, Parco delle Caserme Rosse, a Bologna), Simonetta Saliera, Presidente dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna, parteciperà al dibattito organizzato all’interno della Festa della Cgil in corso nel capoluogo emiliano, “Caporalato, immigrazione e legalità”.

Oltre a Saliera, interverranno Elisabetta Tripodi, Sindaca di Rosarno, Gabrielle Stramaccioni, Presidente Nazionale Libera, Edda Pando, Commissione Nazionale Immigrazione Arci, Sally Kano, Coordinamento Nazionale Politiche dell’Immigrazione della Cgil), Cecile Kyenge, europarlamentare Pd. “Il lavoro è prima di tutto dignità e per avere dignità nel lavoro occorre rilanciare una politica di legalità di contrasto a forme di sfruttamento e di caporalato”, spiega Saliera, che sottolinea come il dibattitto di domani sarà anche l’occasione per fare il punto sui risultati conseguenti negli ultimi anni dalle politiche antimafia e di diffusione della cultura della legalità promosse dalla Regione Emilia-Romagna. “Dal 2010, grazie ad apposite leggi regionali, siamo riusciti a investire quasi tre milioni di euro in attività antimafia e di formazione alla legalità, sono stati recuperati una decina di beni confiscati, tanto che l’Emilia-Romagna è la Regione italiana con la più alta percentuale di beni confiscati alla mafia già riconsegnati a uso pubblico”, spiega Saliera che ricorda anche come “sempre in questi anni, grazie al progetto Concittadini realizzato dall’Assemblea legislativa, sono state realizzati incontri e attività che hanno visto la partecipazione di 170.000 ragazzi, docenti, operatori accumunati dall’obiettivo di operare per una cultura della legalità (per respingere il subdolo pensiero mafioso, per riflettere e conoscere meglio i fenomeni di criminalità”.

Post

5 Luglio 2020

Cordoglio per la scomparsa di Carlo Flamigni

"Carlo Flamigni è stato medico rigoroso e politico coerente, impegnato nella difesa delle donne e dei loro diritti, della loro salute ed autodeterminazione. Ai suoi cari, a quanti hanno avuto l'onore di conoscerlo e collaborare con lui vanno le mie più sentite condoglianze".

28 Febbraio 2020

Cordoglio alla famiglia Prodi per la morte di Matteo Prodi

"Esprimo il mio dolore e il mio cordoglio per il grave lutto che ha colpito la vostra famiglia".