Post

24 Aprile 2015

Europa, guerra, diritto alla vita

Oggi a Bruxelles sono intervenuta in Commissione Civex del Comitato delle Regioni sul tema immigrazione e Mar Mediterraneo. Ho apprezzato le ultime decisioni assunte ieri dal Consiglio europeo, come più risorse per missione Triton e intensa repressione su organizzazioni malavitose degli scafisti.

Ho voluto, però, sottolineare la necessità che l'Europa sia definitivamente uno Stato e non una cacofonia di tanti Paesi diversi. I confini dell'Europa sono unitari e vanno dalla Russia al Marocco e non si possono considerare quelli di ogni singolo Stato. L'Europa per essere tale deve esprimere un'unica e forte politica estera. Ai confini dell'Europa ci sono guerre e l'Unione europea deve essere consapevole che non stiamo attraversando un periodo di normale fuga dalla miseria, ma siamo in presenza di una fuga da una spietata guerra di conquista e di sterminio. I migranti di oggi aspirano a vivere. Come ha detto il nostro Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella: il Mar Mediterraneo non deve diventare un cimitero. Esso peserebbe sulla coscienza di tutti gli Stati europei. Così come dovrebbe essere a carico di tutti i Paesi europei l'accoglienza al di là di ogni "particulare" cinismo.

Post

15 Gennaio 2019

Cordoglio per la morte del Sindaco di Danzica

"Con dolore esprimo le più sentite condoglianze alla famiglia di Pawel Adamowicz, uomo libero ed antifascista, e all'intera città di Danzica di cui per sei mandati è stato stimato ed amato sindaco".

13 Gennaio 2019

Saluto alla comunità orotodossa bolognese per i suoi 45 anni in città

"Dobbiamo lavorare tutti insieme per costruire un mondo migliore, di lavoro, di pace e di giustizia. Le religioni sono molto importanti quando operano in un quadro di amore e di reciproco rispetto".