Post

24 Aprile 2015

Europa, guerra, diritto alla vita

Oggi a Bruxelles sono intervenuta in Commissione Civex del Comitato delle Regioni sul tema immigrazione e Mar Mediterraneo. Ho apprezzato le ultime decisioni assunte ieri dal Consiglio europeo, come più risorse per missione Triton e intensa repressione su organizzazioni malavitose degli scafisti.

Ho voluto, però, sottolineare la necessità che l'Europa sia definitivamente uno Stato e non una cacofonia di tanti Paesi diversi. I confini dell'Europa sono unitari e vanno dalla Russia al Marocco e non si possono considerare quelli di ogni singolo Stato. L'Europa per essere tale deve esprimere un'unica e forte politica estera. Ai confini dell'Europa ci sono guerre e l'Unione europea deve essere consapevole che non stiamo attraversando un periodo di normale fuga dalla miseria, ma siamo in presenza di una fuga da una spietata guerra di conquista e di sterminio. I migranti di oggi aspirano a vivere. Come ha detto il nostro Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella: il Mar Mediterraneo non deve diventare un cimitero. Esso peserebbe sulla coscienza di tutti gli Stati europei. Così come dovrebbe essere a carico di tutti i Paesi europei l'accoglienza al di là di ogni "particulare" cinismo.

Post

17 Giugno 2019

In Assemblea legislativa abbiamo celebrato il 75° anniversario della Repubblica di Montefiorino

“Ringrazio sentitamente la presidente del Parlamento regionale, Simonetta Saliera, per aver creduto nella realizzazione della mostra e per averla ospitata nella sede dell’Assemblea legislativa: tenere viva la memoria storica sia uno dei compiti fondamentali delle Istituzioni”. Con queste parole il sindaco di Montefiorino, Maurizio Paladini, ha inaugurato questa mattina “1944-2019. La Repubblica di Montefiorino. Un Distretto Partigiano”, la mostra fotografica allestita nei locali dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna per celebrare il 75° anniversario della Repubblica di Montefiorino.

12 Giugno 2019

La Repubblica di Montefiorino 75 anni dopo

Tappa fondamentale per la riconquista della libertà, uno tra i primi esempi di democrazia nell’Italia che combatteva per liberarsi dall’oppressione nazifascista.