Post

2 Aprile 2015

Parco dei Gessi, al via la tutela per gli agricoltori

Lo scorso 26 marzo è ripartito il Piano di controllo al cinghiale nel Parco dei Gessi Bolognesi e Calanchi dell’Abbadessa. Si tratta di una scelta molto chiara per ridurre i danni derivati dagli ungolati all'agricoltura.

"Il Piano di controllo nel Parco dei Gessi è stato riavviato con un obiettivo molto chiaro: tutelare le coltivazioni agricole e con esse il reddito degli agricoltori, in un ambito particolarmente delicato dal punto di vista naturalistico ma anche antropico" spiega Massimo Rossi, Direttore dell'Ente per i Parchi dell'Emilia Orientale. Il Piano prevede l’impiego di tutte le attività che le vigenti leggi ammettono, è stato in tal senso autorizzato dall’ISPRA e nasce con un’ottica diversa da quella che, anche altrove, è stata praticata, ossia si interviene dove ve ne è la necessità, perché prelevare 100 animali in prossimità di un bosco o in zone calanchive è cosa ben diversa dal prelevarne lo sesso numero dove si fa agricoltura. Prosegue Rossi: "E’ in questo senso che coloro che sono stati e verranno coinvolti nelle diverse azioni, sono stati e saranno individuati di concerto con le organizzazioni agricole e con gli agricoltori del Parco, perché questi sono i primi interessati a che il Piano funzioni e se così sarà, o meno, lo si dovrà anche al loro impegno. Si riparte in un momento che ha visto, anche recentemente, nascere discussioni tra i tanti soggetti che si applicano a tale argomento. Una su tutte è stata quella della crescita esponenziale delle aziende colpite da danni a causa della sospensione invernale del vecchio piano. Ci pare corretto segnalare che le richieste di indennizzo danni dell’analogo periodo dello scorso anno, ossia a piano di controllo attivo, furono 12, contro le 14 degli ultimi cinque mesi e come le aziende che hanno presentato le richieste siano state sei in entrambi i periodi". Soddisfazione per la collaborazione tra associazioni agricole e Ente Parco è stata espressa da Simonetta Saliera, presidente dell'Assemblea legislativa regionale, che ricorda come "il lavoro dell'Ente Parco è molto prezioso per la cura dell'Appennino e la promozione del territorio e il sostegno alla nostra agricoltura. Per questo è fondamentale che prosegua la collaborazione tra soggetti diversi che hanno però l'unico obiettivo di migliorare la vita delle persone in montagna".

Post

13 Novembre 2018

Saluto al congresso regionale Spi-Cgil dell'Emilia-Romagna

Vincere la sfida della solitudine e dell’impoverimento dei salari e delle pensioni. E’ questo il succo del messaggio che Simonetta Saliera, presidente dell’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna, ha inviato allo Spi-Cgil, che tiene il proprio congresso regionale a Cervia.

11 Novembre 2018

Ricordo della Battaglia di Porta Lame

"La Battaglia di Porta Lame è una tappa fondamentale nel percorso di recupero della libertà degli Italiani, del riscatto della dignità della nostra Patria dopo 20 anni di dittatura e di guerra. Oggi è anche il momento per ricordare, con onore e rispetto, due grandi bolognesi che non ci sono più, Lino William Michelini e Giancarlo Grazia, che combatterono per la libertà di tutti noi".