Post

2 Marzo 2015

Donne e lavoro in mostra in Assemblea

Il lavoro come fonte di dignità e di uguaglianza. L’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna si prepara a festeggiare l’8 marzo, la festa della donna, simbolo dei progressi politici e civili della nostra società nell’ottica della piena applicazione del principio di uguaglianza di tutti i cittadini sancito dalla Costituzione italiana.

Alle ore 13 di domani, inaugureremo la mostra “Donne e lavoro: un’identità difficile” che resterà esposta, e visibile a tutti i cittadini, fino al 16 marzo prossimo nell’atrio di accesso alla sede dell’Assemblea, in viale Aldo Moro, 50. La mostra è composta di 43 pannelli che raccontano il complesso rapporto tra le donne e il mondo del lavoro in un periodo che va dal 1860, anno dell’unità d’Italia, al 1960, albore del boom economico che trasformò definitivamente la vita sociale del nostro Paese, infatti mai come in questo momento dobbiamo ricordare a tutti che il lavoro è un diritto, non è solo salario, ma prima di tutto è dignità della persona umana. E questo principio vale in primo luogo per le donne, la cui lotta per l’emancipazione è stata, ed è, una delle pagine più importanti della nostra storia patria. Nei 43 pannelli della mostra che quest’anno, si racconta una storia fatta di lotte, di battaglie, di crescita progressiva dell’autocoscienza del proprio ruolo nella società. Di come cambiarla per migliorarla: è una sfida che vale ancora di più oggi, quando gli effetti devastanti di una crisi nata dalla speculazione finanziaria e dallo svilimento del mondo del lavoro, hanno falcidiato diritti che davamo acquisiti per sempre e hanno immiserito la nostra società, presentando il conto più salato proprio alle donne, spesso giovanissime o anziane con pensioni di importo modesto che, non di rado, devono farsi carico dei figli in difficoltà a raggiungere l’indipendenza economica. E’ un ritorno al passato che impoverisce tutta la nostra società e alla cui inesorabilità non ci rassegniamo. Perché sappiamo che il nostro mondo può resistere solo di fronte a forme di forte coesione di decisa giustizia sociale.

Post

15 Gennaio 2019

Cordoglio per la morte del Sindaco di Danzica

"Con dolore esprimo le più sentite condoglianze alla famiglia di Pawel Adamowicz, uomo libero ed antifascista, e all'intera città di Danzica di cui per sei mandati è stato stimato ed amato sindaco".

13 Gennaio 2019

Saluto alla comunità orotodossa bolognese per i suoi 45 anni in città

"Dobbiamo lavorare tutti insieme per costruire un mondo migliore, di lavoro, di pace e di giustizia. Le religioni sono molto importanti quando operano in un quadro di amore e di reciproco rispetto".