Post

15 Ottobre 2014

Comuni più forti, la "buona pratica" dell'Emilia-Romagna

Il Commissario alla "spending" Cottarelli ha detto, nel corso di un'audizione alla Camera dei Deputati, che in Italia 8.000 Comuni sono troppi. Un invito a rafforzare le nostre Comunità creando Comuni più grandi e forti che l'Emilia-Romagna ha anticipato da tempo: nel corso di questi 4 anni sono state fatte 4 fusioni di Comuni, tra cui quella di Valsamoggia in provincia di Bologna, e grazie a una legge regionale che ha anticipato molti provvedimenti nazionali facendo da apripista, sono nate 46 Unioni di Comuni in modo che il 90% dei cittadini vive o in capoluoghi o in Comuni aderenti a Unioni di Comuni.

Perché lo abbiamo fatto? Perché crediamo che comunità più forti aiutino meglio le persone, perché in questo modo si riducono i costi di gestione e si liberano risorse per i servizi sociali, il lavoro e le imprese e la cura del territorio che ne ha tanto bisogno. Come lo abbiamo fatto? Lavorando sodo, discutendo e poi operando insieme alle parti sociali, ai comitati di cittadini e alla popolazione. E' una "buona pratica" che l'Emilia-Romagna offre al Paese. Una strada su cui dobbiamo lavorare molto nei prossimi anni, ma su cui abbiamo già fatto molti passi.  

Post

17 Gennaio 2019

In Assemblea la tragedia delle vittime della Uno Bianca

Cosa si legge nelle carte del processo sulla vicenda della banda della Uno bianca? Qual è la verità storica e quella processuale? A parlarne agli studenti di conCittadini dell’Assemblea legislativa il sostituto procuratore di Bologna, Valter Giovannini, in un incontro organizzato lunedì prossimo, 21 gennaio, alle ore 9.30 nell’aula magna della Regione in viale Aldo Moro 30.

17 Gennaio 2019

Barbarie sotto le Due Torri

Dopo la promulgazione delle leggi razziali i cittadini italiani di religione ebraica divennero italiani perseguitati in patria.Furono schedati dalle autorità del loro Paese che prepararono la strada ai rastrellamenti, alle deportazioni e allo sterminio.