Post

28 Dicembre 2011

I progetti interprovinciali

“Giovani Esperienze per la legalità”

Grazie al bando per le associazioni e le organizzazioni di volontariato (ex art. 4, comma 2, l.r. 3/2011), il progetto ha l'obiettivo di far conoscere, attraverso la partecipazione nei campi di lavoro di 200 giovani emiliano-romagnoli, l'esperienza del riutilizzo dei beni confiscati alla mafia. Il progetto è presentato da Arci Emilia-Romagna di Bologna. I ragazzi soggiorneranno nelle sedi delle associazioni e cooperative Libere terre di Puglie Mesagne (Brindisi), Lavorare e non solo Corleone (Palermo) e Terre del sole - Melito Porto Salvo (Reggio Calabria), Nero e non solo Onlus (Caserta);

Il costo del progetto è di 66.700 euro, il contributo regionale di 40.625.

“Responsabilità”

In programma attività di formazione e informazione in ambito scolastico ed extrascolastico per diffondere la cultura della legalità e del contrasto al crimine organizzato e mafioso. I principali destinatari saranno studenti, insegnanti, giovani animatori di Libera. In particolare si prevede di formare 50 animatori di Libera e di coinvolgere nelle varie attività previste 4.000 ragazze e ragazzi dell’Emilia-Romagna.

Il progetto è presentato da Libera di Bologna. Ha un costo di 75.650 euro e un contributo regionale di 40.625.

 

“Si può vivere così”

Destinatari del progetto sono 1200 giovani di età compresa tra i 9 e i 19 anni. Tre i principali interventi (corsi, concorsi e incontri) con l’obiettivo di attivare reti di relazioni con soggetti e istituzioni che vivono e operano nei territori più intensamente segnati dalla criminalità organizzata e mafiosa.

Il costo del progetto è di 62.500 euro. Il contributo regionale è pari a 40.625.

Post

21 Novembre 2019

No alla violenza contro le donne

"La violenza sulle donne è il più odioso dei crimini.

21 Novembre 2019

Natale in Assemblea legislativa 2019

Presepe, albero e coro.