Post

12 Luglio 2021

Cordoglio per la scompara di Filippo Cavazzuti

"Filippo Cavazzuti è stato economista rigoroso e uomo di Governo esemplare. In Parlamento ha rappresentato l'Emilia-Romagna e i valori della Sinistra.

Coerente con le sue idee di un'economia sociale di mercato, libera da condizionamenti e intrecci pericolosi fu tra i primi, negli anni '80, a ricordare l'incidenza del debito pubblico sulla vita italiana: il suo "Debito pubblico, ricchezza privata", rimane un volume di stretta attualità che fa ancora riflettere, così come rimane un monito sull'importanza dell'autonomia della politica dall'economia la proposta di legge (composta da un solo articolo, purtroppo ignorata dal Senato) che, appena riletto senatore nel 1994, presentò insieme al 'collega' bolognese Gianfranco Pasquino per impedire la sovrapposizione tra cariche di governo e il condizionamento da interessi economici privati. La sua scomparsa priva tutti noi di una mente brillante, di uno studioso di vaglia e di un politico coerente e appassionato che a Bologna ha anche saputo dare lustro alla Carisbo di cui è stato presidente. Ai suoi cari, a quanti lo hanno conosciuto vanno le mie più sentite condoglianze". Così Simonetta Saliera ricorda Filippo Cavazzuti, economista dell'Università di Bologna, già senatore della Sinistra Indipendente eletto nelle fila del Pci e poi dei Progressisti, sottosegretario al Tesoro nel I Governo Prodi e nominato dal Governo D'Alema presidente della Consob.

Post

30 Giugno 2022

Cento sfumature di yoga. La ricerca

Pluralisti. Capaci di adattarsi a esigenze di mercato senza perdere l’afflato culturale e spirituale. Ormai così radicati nelle nostre comunità da essere stato in grado di resistere pressoché indenni alla pandemia da Coronavirus, con annesso lockdown. Nel corso dei decenni sono cresciuti: l’obiettivo è il benessere psicofisico delle persone, gli aspetti esoterici sono sfumati sullo sfondo.  

10 Giugno 2022

Cordoglio per la scomparsa di Antonio La Forgia

"Antonio La Forgia è stato prima di tutto un intellettuale, un intellettuale brillante e di sinistra capace di declinare nell'amministrazione i valori di giustizia sociale e l'aspirazione alla libertà. Intelligente, ironico, raffinato e arguto: lo voglio ricordare così, nei tanti confronti e nelle tante discussioni costruttive che abbiamo avuto nella nostra comune vita di militanza politica.