Post

11 Maggio 2021

Un libro per ricordare Padre Gabriele Digani

L’uomo di Chiesa impegnato per la carità. Colui che ha “raccolto” il cappello di Padre Marella e ha ricucito le piaghe di una Bologna afflitta dal male dell’indifferenza.

“L’Opera della carità. Pensieri e parole in memoria di Padre Gabriele Digani” è il volume curato e realizzato dalla Confraternita della Misericordia per ricordare, a poco più di un mese dalla morte causa dal Coronavirus, Padre Gabriele Digani, il Direttore dell’Opera Marella. A darne notizia è la stessa Confraternita ne numero di maggio del suo mensile "l'AltraBologna". E' un volume che, a fianco di una ricca galleria fotografica, riporta l’omelia pronunciata dal Cardinale Matteo Maria Zuppi in occasione delle esequie di Padre Digani e le riflessioni di una quindicina di bolognesi: uomini di Chiesa come Monsignor Claudio Stagni, Monsignor Ernesto Vecchi e Padre Domenico Vittorini, esponenti di spicco del volontariato cittadino (Paolo Mengoli, Marco Cevenini, Gabriele Franzoni e Massimo Battisti), la già Presidente dell’Assemblea legislativa regionale Simonetta Saliera (unico politico in attività di cui è stato raccolto il pensiero), le “firme” del Carlino Marco Poli e Cesare Sughi, la toccante poesia di Angelo D (un assistito di Padre Gabriele) e i racconti di Giovanni Tamburini (al cui “angolo” prima Padre Marella e poi Padre Gabriele hanno raccolto la generosità dei bolognesi), Nando Cardinali e Emanuele Montagna. “Abbiamo voluto raccogliere un piccolo segno del grande affetto dei tanti bolognesi e non che lo hanno avvicinato e conosciuto”, si legge nelle prime pagine del volume. Il volume si può scaricare al seguente indirizzo Internet: http://www.confraternita.bologna.it/documenti/home/Libro%20Padre%20Digani.pdf

Post

22 Ottobre 2021

Cordoglio per la scomparsa di Don Luciano

“La scomparsa di Don Luciano, già parroco di Pianoro Vecchia e Livergnano, è motivo di dolore e di forte dispiacere. Ai suoi famigliari, alla Chiesa di Bologna e a tutti coloro che lo hanno conosciuto e apprezzato il suo impegno di sacerdote vanno le mie più sentite condoglianze. Ci conoscevamo bene, amava ed era un gran conoscitore di musica in particolare d'organo e aveva una innata curiosità di conoscere il mondo in profondità tanto da studiare diverse lingue come il russo proprio per capire a fondo le persone, la loro vita e le loro profondità. Le nostre zuppette alle 23 di sera erano farcite di musica, pittura antica e racconti di vite nei diversi mondi”.

12 Ottobre 2021

Cordoglio per la scomparsa di Sante Tura

"Scienziato di grande livello, medico di stimato valore. Con Sante Tura scompare uno dei bolognesi più illustri, capace di essere appassionato pioniere nel campo della ricerca".