Post

3 Dicembre 2019

Natale a Scola tra Sala Borsa e l'Appennino

Scola conquista il Natale bolognese e mette in mostra i suoi gioielli. 

Doppio appuntamento per il "magico Borgo dell'Appennino bolognese" in vista delle festività di fine anno. Venerdì prossimo 6 dicembre alle ore 17,30, infatti, nella solenne cornice di Sala Borsa in Piazza Nettuno a Bologna verrà presentato, alla presenza dell'autore Renzo Zagnoni, della Presidente dell'Associazione Sculca Silvia Rossi e della Presidente dell'Assemblea legislativa regionale Simonetta Saliera, il volume "Scola. Magia di un borgo medioevale". Si tratta del volume realizzato in collaborazione tra i residenti di Scola, l'Associazione Sculca e il Parlamento regionale per raccontare la storia e l'attualità del borgo dell'Appennino bolognese che, spiega Saliera "vive grazie alla passione e all'impegno dei suoi tenaci abitanti che lo hanno fatto risorgere".
Domenica prossima, invece, alle 15,30 a Scola verrà, come da tradizione, allestito e inaugurato il presepe realizzato da Renzo Bressan e Alfredo Marchi che, snodandosi per le vie del borgo, porterà speranza e pace ad abitanti e visitatori. Nei vari locali di Scola verranno poi allestita una decina di natività all'interno della mostra "Il verbo di Dio" a cui è dedicato il volume "Presepi e Natale a Scola 2019" realizzati sempre grazie alla collaborazione tra l'Associazione Sculca e l'Assemblea legislativa regionale dell'Emilia-Romagna.

Post

17 Gennaio 2020

ArteFiera-ArtCity 2020 con le opere di Pompilio Mandelli

Grande successo per il taglio del nastro di "Dalla figurazione all'ultimo naturalismo", la personale di Pompilio Mandelli curata da Sandro Malossini e allestita nei locali dell'Assemblea legislativa regionale in occasione di ArteCity-ArteFiera. 

17 Gennaio 2020

Monumento Ogr, grazie ragazzi delle Scuole De Andrè

“Care ragazze e cari ragazzi, siete staffette di memorie. Grazie per il vostro lavoro che ci apre il cuore alla speranza per il futuro. L’opera d’arte che avete realizzato si inserisce appieno nel lavoro svolto in questi anni dall’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna per ricordare la tragedia dell’amianto alle ex Ogr e far sì che non capitino più orrori del genere”.