Post

2 Dicembre 2019

Premiati i vincitori del Premio Cassin

Giovani e politicamente impegnati per la conoscenza, la diffusione e la difesa dei diritti umani. Luca Tesei Li Bass Marilù Mintrone, entrambi classe 1994, sono i due giovani vincitori della sedicesima edizione del Premio René Cassin promosso dall’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna in collaborazione con la Kip International School. 

I due neolaureati sono stati premiati oggi da Yuri Torri, consigliere segretario dell’Ufficio di presidenza del Parlamento regionale, su delega della presidente Simonetta Saliera.

I vincitori utilizzeranno il premio (13mila euro ciascuno) per svolgere un periodo di addestramento professionale all’estero o in Italia all’interno dei progetti della Kip International School, la scuola internazionale di saperi che promuove i valori della Piattaforma del Millennio delle Nazioni Unite. Negli ultimi anni le destinazioni dei vincitori sono state Senegal, Colombia, Costa Rica, Canada, Albania e Roma e l’esperienza è stata un un’opportunità per giovani qualificati di acquisire un’esperienza diretta sul campo utile alla loro crescita professionale, scientifica e culturale.

Yuri Torri, nel corso della cerimonia di premiazione, ha ricordato come “il tema dei diritti delle persone sia al centro dell’attività dell’Assemblea legislativa”. Torri ha anche sottolineato come, dalla sua istituzione, il Premio Cassin sia stato vinto da 29 giovani neolaureati (di cui 26 ragazze) e come, per molti di loro, questo riconoscimento sia stato il primo passo per trovare un lavoro stabile e qualificato nei settori per i quali si erano formati dopo anni di studio e impegno.

Post

17 Gennaio 2020

ArteFiera-ArtCity 2020 con le opere di Pompilio Mandelli

Grande successo per il taglio del nastro di "Dalla figurazione all'ultimo naturalismo", la personale di Pompilio Mandelli curata da Sandro Malossini e allestita nei locali dell'Assemblea legislativa regionale in occasione di ArteCity-ArteFiera. 

17 Gennaio 2020

Monumento Ogr, grazie ragazzi delle Scuole De Andrè

“Care ragazze e cari ragazzi, siete staffette di memorie. Grazie per il vostro lavoro che ci apre il cuore alla speranza per il futuro. L’opera d’arte che avete realizzato si inserisce appieno nel lavoro svolto in questi anni dall’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna per ricordare la tragedia dell’amianto alle ex Ogr e far sì che non capitino più orrori del genere”.