Post

2 Dicembre 2019

Premiati i vincitori del Premio Cassin

Giovani e politicamente impegnati per la conoscenza, la diffusione e la difesa dei diritti umani. Luca Tesei Li Bass Marilù Mintrone, entrambi classe 1994, sono i due giovani vincitori della sedicesima edizione del Premio René Cassin promosso dall’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna in collaborazione con la Kip International School. 

I due neolaureati sono stati premiati oggi da Yuri Torri, consigliere segretario dell’Ufficio di presidenza del Parlamento regionale, su delega della presidente Simonetta Saliera.

I vincitori utilizzeranno il premio (13mila euro ciascuno) per svolgere un periodo di addestramento professionale all’estero o in Italia all’interno dei progetti della Kip International School, la scuola internazionale di saperi che promuove i valori della Piattaforma del Millennio delle Nazioni Unite. Negli ultimi anni le destinazioni dei vincitori sono state Senegal, Colombia, Costa Rica, Canada, Albania e Roma e l’esperienza è stata un un’opportunità per giovani qualificati di acquisire un’esperienza diretta sul campo utile alla loro crescita professionale, scientifica e culturale.

Yuri Torri, nel corso della cerimonia di premiazione, ha ricordato come “il tema dei diritti delle persone sia al centro dell’attività dell’Assemblea legislativa”. Torri ha anche sottolineato come, dalla sua istituzione, il Premio Cassin sia stato vinto da 29 giovani neolaureati (di cui 26 ragazze) e come, per molti di loro, questo riconoscimento sia stato il primo passo per trovare un lavoro stabile e qualificato nei settori per i quali si erano formati dopo anni di studio e impegno.

Post

22 Ottobre 2021

Cordoglio per la scomparsa di Don Luciano

“La scomparsa di Don Luciano, già parroco di Pianoro Vecchia e Livergnano, è motivo di dolore e di forte dispiacere. Ai suoi famigliari, alla Chiesa di Bologna e a tutti coloro che lo hanno conosciuto e apprezzato il suo impegno di sacerdote vanno le mie più sentite condoglianze. Ci conoscevamo bene, amava ed era un gran conoscitore di musica in particolare d'organo e aveva una innata curiosità di conoscere il mondo in profondità tanto da studiare diverse lingue come il russo proprio per capire a fondo le persone, la loro vita e le loro profondità. Le nostre zuppette alle 23 di sera erano farcite di musica, pittura antica e racconti di vite nei diversi mondi”.

12 Ottobre 2021

Cordoglio per la scomparsa di Sante Tura

"Scienziato di grande livello, medico di stimato valore. Con Sante Tura scompare uno dei bolognesi più illustri, capace di essere appassionato pioniere nel campo della ricerca".