Post

21 Novembre 2019

No alla violenza contro le donne

"La violenza sulle donne è il più odioso dei crimini.

Lo è perché colpisce profondamente la dignità della donna, nella maggior parte dei casi avviene fra le mura domestiche ed è inflitta da persone che si conoscono. È un crimine ignobile perché perpetua antichi pregiudizi e vecchi luoghi comuni ed è una fondamentale violazione dei diritti umani. Per questo è molto importante non abbassare la guardia, continuare le battaglie di cultura e di civiltà e sostenere con tutti i mezzi chi ha il coraggio di chiedere giustizia per un crimine così inumano e doloroso". Così, Simonetta Saliera, Presidente dell'Assemblea legislativa regionale, in occasione della Giornata contro la violenza contro le donne. "Oggi - sottolinea - ci sono fenomeni che vanno oltre alle tradizionali forme di violenza come intimidazione, violenza fisica, schiavitù, stupro, femminicidio. Ma siamo in presenza dell'enormità che lo stesso atto di amare consensuale può diventare assurda violenza attraverso i nuovi strumenti di comunicazione".

Post

8 Marzo 2021

Cordoglio scomparsa Mauro Roda, elettricista ferrovie vittima dell'amianto

“Una nuova vittima della tragedia dell’amianto. Una morte che riapre la ferita mai sopita dell'ingiustizia subita da centinaia di lavoratori e loro famigliari e che fa ancora più male oggi in una società disumana che non perde occasione per mettere in discussione i diritti costituzionali sul lavoro duramente conquistati in decenni di lotte sociali, politiche e parlamentari”. Così, in una lettera inviata ad AFEVA CGIL Simonetta Saliera esprime il proprio cordoglio per la scomparsa di Mauro Roda, elettricista delle Ferrovie scomparso oggi dopo una lunga malattia.

5 Marzo 2021

Dimissioni Zingaretti e crisi Pd

"Le motivazioni delle dimissioni di Nicola Zingaretti da Segretario del Pd e il dibattito che ne è seguito dimostrano come il Partito Democratico sia contorto su se stesso negli opportunismi individuali che nulla hanno a che fare con la storia della sinistra italiana: c'è una totale sordità nei confronti sia di chi ancora ripone fiducia e speranza di futuro nella politica, sia per quell'immensità di popolo che è sempre più povero dal punto di vista economico e con sempre meno opportunità culturali.