Post

3 Settembre 2019

Il maestro Manzi, l'Assemblea e la Rai

Chi non ha mai sentito parlare di 'Non è mai troppo tardi' che andò in onda in Rai dal 1960 al 1968 per insegnare a leggere e a scrivere a chi era analfabeta? E quel signore garbato e gentile che disegnava alla lavagna? Alberto Manzi è entrato nella storia italiana grazie a quella trasmissione televisiva ed è stato una delle figure preminenti in ambito educativo.

'Alberto Manzi. L'attualità di un maestro' è un ciclo di sei trasmissioni che Rai Cultura e Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna hanno co-prodotto per riproporre alle scuole italiane l'approccio pedagogico e didattico del maestro. Le puntate sono state girate da poche settimane nel centro di documentazione e archivio intitolato a Manzi e ospitato dal 2007 in Assemblea, grazie a un'intesa che coinvolge anche il ministero dell'Istruzione, università e ricerca, il dipartimento di Scienze dell'educazione dell'Università di Bologna e la stessa Rai. Le trasmissioni, a giorni in onda su Rai Scuola (canale 146 del digitale terrestre) saranno presentate lunedì 9 settembre presso la sede dell'Assemblea legislativa dell'Emilia-Romagna.

Post

22 Ottobre 2021

Cordoglio per la scomparsa di Don Luciano

“La scomparsa di Don Luciano, già parroco di Pianoro Vecchia e Livergnano, è motivo di dolore e di forte dispiacere. Ai suoi famigliari, alla Chiesa di Bologna e a tutti coloro che lo hanno conosciuto e apprezzato il suo impegno di sacerdote vanno le mie più sentite condoglianze. Ci conoscevamo bene, amava ed era un gran conoscitore di musica in particolare d'organo e aveva una innata curiosità di conoscere il mondo in profondità tanto da studiare diverse lingue come il russo proprio per capire a fondo le persone, la loro vita e le loro profondità. Le nostre zuppette alle 23 di sera erano farcite di musica, pittura antica e racconti di vite nei diversi mondi”.

12 Ottobre 2021

Cordoglio per la scomparsa di Sante Tura

"Scienziato di grande livello, medico di stimato valore. Con Sante Tura scompare uno dei bolognesi più illustri, capace di essere appassionato pioniere nel campo della ricerca".