Post

16 Luglio 2019

Francobolli d'Europa per l'Emilia-Romagna

Olandesi e tedeschi amano il rombo dei motori di Ferrari e Maserati. Giuseppe Verdi, l’immancabile Guglielmo Marconi e il bolognese Giosuè Carducci la fanno da padrona in quelli dell’est (pre e post caduta del Muro di Berlino).

Ma le vere “chicche” sono Marco Palmezzano, Bernardino Zaganelli, Giovanni Paolo Panini e Vincenzo Valdati: personalità quasi (colpevolmente) sconosciute in patria, ma che hanno dato lustro alla via Emilia in tutto il Vecchio Continente. Dopo il successo di “Emilia-Romagna. Una Regione con i dentelli” che ha raccontato la storia della nostra regione attraverso i francobolli emessi dall’Unità d’Italia a oggi, la collaborazione tra il Circolo Filatelico Ferrarese e l’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna ha partorito una nuova pubblicazione: “Emilia-Romagna. Una Regione fra i dentelli europei”. Grazie al certosino lavoro di Alessandro Fabbri del Circolo Filatelico Ferrarese, il volume raccoglie tutti i francobolli emessi in Europa con riferimento diretto o indiretto alla regione Emilia-Romagna: oltre 200 francobolli che spaziano dalla storia alla cultura, dallo sport alla musica emessi dalle amministrazioni postali di tutto il Vecchio Continente. “Mi sono divertito a realizzare questi due volumi: un excursus filatelico sull’Emilia-Romagna attraverso le pagine dei principali cataloghi filatelici italiani ed europei”, spiega Fabbri che sottolinea come “la nostra regione ha un ruolo da protagonista nella storia della filatelia e finalmente, grazie alla collaborazione con l’Assemblea legislativa regionale, è possibile farlo emergere in modo evidente”. “Documentare la storia della nostra terra è uno dei compiti delle istituzioni, siamo grati al dottor Fabbri e al Circolo Filatelico Ferrarese per il loro impegno volontario per non disperdere il valore di affetto e di attenzione che, anche attraverso i francobolli italiani ed europei, è sempre stato dimostrato all’Emilia-Romagna”, spiega Simonetta Saliera, Presidente dell’Assemblea legislativa regionale.

Post

23 Agosto 2019

11 settembre di pace, Daoud Nassar racconta la sua storia

Può una fattoria coltivare la pace? Può un uomo che insegna a non odiare difendersi e superare le difficoltà? Può un uomo che vive nella terra più martoriata dai conflitti parlare di comprensione tra i popoli? Sembra utopia, ma la vita di Daoud Nassar dimostra che tutto questo è possibile: primo non sentirsi vittime, secondo non odiare i propri oppressori, terzo essere costruttore di pace.

22 Agosto 2019

Legambiente premia i vini bolognesi

I vini bolognesi conquistano la Festa di Legambiente. Nel corso della XXXI edizione di FestAmbiente, la tradizionale kermesse organizzata dalla più importante associazione ambientalista italiana, che si è svolto a Grosseto nel cuore dell'estate due aziende vinicole bolognesi hanno conquistato il podio iridato: si tratta della Tenuta Santa Cecilia di San Lazzaro di Savena che è stata premiata per il suo "pignoletto frizzante", e l'Azienda Tomisa sempre di San Lazzaro di Savena, premiata per il suo Barbera Emilia.