Post

16 Luglio 2019

Francobolli d'Europa per l'Emilia-Romagna

Olandesi e tedeschi amano il rombo dei motori di Ferrari e Maserati. Giuseppe Verdi, l’immancabile Guglielmo Marconi e il bolognese Giosuè Carducci la fanno da padrona in quelli dell’est (pre e post caduta del Muro di Berlino).

Ma le vere “chicche” sono Marco Palmezzano, Bernardino Zaganelli, Giovanni Paolo Panini e Vincenzo Valdati: personalità quasi (colpevolmente) sconosciute in patria, ma che hanno dato lustro alla via Emilia in tutto il Vecchio Continente. Dopo il successo di “Emilia-Romagna. Una Regione con i dentelli” che ha raccontato la storia della nostra regione attraverso i francobolli emessi dall’Unità d’Italia a oggi, la collaborazione tra il Circolo Filatelico Ferrarese e l’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna ha partorito una nuova pubblicazione: “Emilia-Romagna. Una Regione fra i dentelli europei”. Grazie al certosino lavoro di Alessandro Fabbri del Circolo Filatelico Ferrarese, il volume raccoglie tutti i francobolli emessi in Europa con riferimento diretto o indiretto alla regione Emilia-Romagna: oltre 200 francobolli che spaziano dalla storia alla cultura, dallo sport alla musica emessi dalle amministrazioni postali di tutto il Vecchio Continente. “Mi sono divertito a realizzare questi due volumi: un excursus filatelico sull’Emilia-Romagna attraverso le pagine dei principali cataloghi filatelici italiani ed europei”, spiega Fabbri che sottolinea come “la nostra regione ha un ruolo da protagonista nella storia della filatelia e finalmente, grazie alla collaborazione con l’Assemblea legislativa regionale, è possibile farlo emergere in modo evidente”. “Documentare la storia della nostra terra è uno dei compiti delle istituzioni, siamo grati al dottor Fabbri e al Circolo Filatelico Ferrarese per il loro impegno volontario per non disperdere il valore di affetto e di attenzione che, anche attraverso i francobolli italiani ed europei, è sempre stato dimostrato all’Emilia-Romagna”, spiega Simonetta Saliera, Presidente dell’Assemblea legislativa regionale.

Post

22 Ottobre 2021

Cordoglio per la scomparsa di Don Luciano

“La scomparsa di Don Luciano, già parroco di Pianoro Vecchia e Livergnano, è motivo di dolore e di forte dispiacere. Ai suoi famigliari, alla Chiesa di Bologna e a tutti coloro che lo hanno conosciuto e apprezzato il suo impegno di sacerdote vanno le mie più sentite condoglianze. Ci conoscevamo bene, amava ed era un gran conoscitore di musica in particolare d'organo e aveva una innata curiosità di conoscere il mondo in profondità tanto da studiare diverse lingue come il russo proprio per capire a fondo le persone, la loro vita e le loro profondità. Le nostre zuppette alle 23 di sera erano farcite di musica, pittura antica e racconti di vite nei diversi mondi”.

12 Ottobre 2021

Cordoglio per la scomparsa di Sante Tura

"Scienziato di grande livello, medico di stimato valore. Con Sante Tura scompare uno dei bolognesi più illustri, capace di essere appassionato pioniere nel campo della ricerca".