Post

6 Luglio 2019

Chernobyl Day 2019

"I bambini di Chernobyl" conquistano l'Assemblea legislativa regionale dell'Emilia-Romagna.

A 33 anni dal disastro nucleare nell’allora centrale nucleare sovietica di Chernobyl, proseguono accoglienza e prevenzione sanitaria della Regione Emilia-Romagna per i bambini ucraini e bielorussi. L’occasione per fare il punto sul “Progetto Chernobyl” sarà, a partire dalle ore 10,30 di lunedì 8 luglio prossimo quando, nella Sala Guido Fanti dell’Assemblea legislativa regionale in viale Aldo Moro, 50, si terrà la consueta giornata annuale di accoglienza dei “bambini di Chernobyl” promossa insieme dal Parlamento regionale insieme alle Associazioni emiliano-romagnole. A far gli onori di casa Simonetta Saliera, Presidente dell'Assemblea legislativa, che tre anni fa ha fortemente voluto che la Regione Emilia-Romagna riprendesse il filo dei rapporti con le associazioni che si occupano dei bambini di Cernobyl. “Due anni fa abbiamo celebrato il 30° anniversario del disastro nucleare di Chernobyl: da allora grazie al lavoro di molti colleghi consiglieri – spiega Saliera – siamo riusciti a rinverdire e rilanciare la tradizionale attività di solidarietà e collaborazione con le famiglie e le associazioni che da anni lavorano per accogliere e curare i bambini di Cernobyl, di confermare il nostro impegno umanitario e civile”. Dopo i saluti della Presidente Saliera, sarà la volta del professor Angelo Varni, storico e docente dell’Università di Bologna, che ha curato gratuitamente per l’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna “Progetto Chernobyl. 30 anni di amicizia e solidarietà”, pubblicazione che racconta la storia delle Associazioni emiliano-romagnole che da trent’anni si impegnano per i “bambini di Chernobyl”. “Un grazie di cuore al professor Varni e alla sua generosità, alla sua passione e al suo impegno”, spiega Saliera.

Post

18 Settembre 2020

I 70 anni di sacerdozio di Don Lorenzo Lorenzoni

Parrocchia di Montecalvo in festa con il Cardinale Matteo Maria Zuppi, per i 70 anni di ordinamento sacerdotale di Don Lorenzo Lorenzoni, il parroco 94 enne che oltre 10 anni ha letteralmente ricostruito la parrocchia alle porte di Bologna e che proprio da sette decenni è in "servizio permanente", prete dalla mattina alla sera sempre in attività.

24 Agosto 2020

Referendum 20-21 settembre 2020: le ragioni del NO

"L'Idea di Pianoro" REFERENDUM DI SETTEMBRE. Abbiamo chiesto un giudizio a Simonetta Saliera, già sindaco di Pianoro e presidente dell'Assemblea regionale: "Torniamo alla Costituzione. Il valore di una Costituzione e la sua efficacia li si misura nell'arco dei decenni. Da troppi anni la nostra Costituzione (che fu il frutto dell'incontro tra le culture democratiche laiche, cattoliche e marxiste, all'indomani dell'immane tragedia della Seconda Guerra Mondiale) è sotto attacco, tenuta come un foglio sospeso sul bordo di un cestino.