Post

10 Giugno 2019

Meridiana a Scola

"Grazie Presidente Saliera per il sostegno e il patrocinio per il restauro della Meridiana di Corte Bruni".

Le "genti di Scola" ringraziano le Istituzioni, e in particolare la Presidente del Parlamento regionale, per il sostegno e l'incitamento avuto per "salvare" un altro tassello del magico borgo di Grizzana Morandi. Alle ore 15 di domenica 16 giugno prossimo, a Scola, sull'Appennino bolognese, verrà inaugurata la meridiana di Corte Bruni completamente restaurata grazie al contributo di tanti cittadini, di Emil Banca e al patrocinio e al sostegno dell'Assemblea legislativa regionale e dell'Unione dei Comuni dell'Appennino bolognese e verrà scoperta una targa che ringrazia e "fissa" nella storia l'impegno di quanti, singoli e Istituzioni, in questi anni hanno sostenuto il lavoro volontario dei residenti di Scola nella grande opera di rinascita del plurisecolare borgo appollaiato sul crinale appenninico che unisce Bologna e Modena. La Meridiana di Corte Bruni si trova sull'edificio noto come "casa di Piron o dell'Architetto", è datata metà XVII secolo, ed è la seconda meridiana di Scola ad essere stata restaurata: nel 2017, grazie al fondamentale impegno della Fondazione Carisbo e in particolare del compianto Antonio Rubbi, fu restaurata anche l'altra importante meridiana di Scola, quella di Palazzo Parisi. Nel 2018, invece, l'operazione di rinascita di Scola, grazie alla collaborazione tra l'Assemblea legislativa e Ascom Bologna, ha portato al restauro di una importante pala situata nella chiesetta del Borgo, una rara Madonna con la cintura che dopo un meticoloso lavoro di ripulitura è tornata agli antichi splendori.

Post

22 Ottobre 2021

Cordoglio per la scomparsa di Don Luciano

“La scomparsa di Don Luciano, già parroco di Pianoro Vecchia e Livergnano, è motivo di dolore e di forte dispiacere. Ai suoi famigliari, alla Chiesa di Bologna e a tutti coloro che lo hanno conosciuto e apprezzato il suo impegno di sacerdote vanno le mie più sentite condoglianze. Ci conoscevamo bene, amava ed era un gran conoscitore di musica in particolare d'organo e aveva una innata curiosità di conoscere il mondo in profondità tanto da studiare diverse lingue come il russo proprio per capire a fondo le persone, la loro vita e le loro profondità. Le nostre zuppette alle 23 di sera erano farcite di musica, pittura antica e racconti di vite nei diversi mondi”.

12 Ottobre 2021

Cordoglio per la scomparsa di Sante Tura

"Scienziato di grande livello, medico di stimato valore. Con Sante Tura scompare uno dei bolognesi più illustri, capace di essere appassionato pioniere nel campo della ricerca".