Post

8 Marzo 2019

Successo di pubblico per la mostra "Gli alberi" di Carlo Mattioli

Successo di pubblico per “Gli alberi”, la personale di Carlo Mattioli inaugurata questa sera nei locali dell’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna in occasione della festadell’8 marzo. A far gli onori di casa Simonetta Saliera, Presidente del Parlamento regionale, che ha fortemente voluto il rilancio del legame tra cittadini e Regione anche attraverso la riscoperta di grandi artisti emiliano-romagnoli come, appuntato Mattioli.

La mostra, curata da Sandro Malossini e Anna Zaniboni Mattioli (nipote e presidente della Fondazione dedicata al grande artista parmense) raccoglie una ventina di opere dedicata al tema “alberi” e sarà visitabile fino al 15 aprile dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 18 nei locali di viale Aldo Moro, 50. “Per l’Assemblea legislativa è un onore poter proseguire questa esperienza all’insegna dell’arte e degli artisti che hanno caratterizzato l’Emilia-Romagna durante questi decenni”, spiega Saliera che ha anche ringraziato la signora Mattioli e Malossini per la collaborazione e la generosità dimostrata nel fare un percorso così importante insieme all’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna.

Post

22 Ottobre 2021

Cordoglio per la scomparsa di Don Luciano

“La scomparsa di Don Luciano, già parroco di Pianoro Vecchia e Livergnano, è motivo di dolore e di forte dispiacere. Ai suoi famigliari, alla Chiesa di Bologna e a tutti coloro che lo hanno conosciuto e apprezzato il suo impegno di sacerdote vanno le mie più sentite condoglianze. Ci conoscevamo bene, amava ed era un gran conoscitore di musica in particolare d'organo e aveva una innata curiosità di conoscere il mondo in profondità tanto da studiare diverse lingue come il russo proprio per capire a fondo le persone, la loro vita e le loro profondità. Le nostre zuppette alle 23 di sera erano farcite di musica, pittura antica e racconti di vite nei diversi mondi”.

12 Ottobre 2021

Cordoglio per la scomparsa di Sante Tura

"Scienziato di grande livello, medico di stimato valore. Con Sante Tura scompare uno dei bolognesi più illustri, capace di essere appassionato pioniere nel campo della ricerca".