Post

5 Febbraio 2019

Il Giorno del ricordo

Da Marzabotto (Bologna) a Basovizza (Trieste). È stato questo il viaggio delle classi medie “Dossetti” per commemorare le vittime delle Foibe. Un viaggio che l’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna ha cofinanziato e di cui ha realizzato un video ascoltando chi, quei luoghi, li ha visti da vicino.

Come la professoressa Chiara Casoni che, insieme ai colleghi della scuola media di Marzabotto, ha prima preparato gli studenti sui libri di testo, poi li ha accompagnati a visitare quei luoghi. “L’unico modo per trasmettere a dei ragazzi giovani- ha spiegato Casoni-che non hanno per motivi anagrafici vissuto quel periodo, che ne hanno solo sentito parlare, era affiancare ai documenti storici la visita di quei luoghi dove si sono consumate queste tragedie”. Il video è stato realizzato per commemorare il Giorno del Ricordo (10 febbraio 2019) e ripercorre, anche grazie alle interviste alle studentesse, il viaggio sui luoghi delle Foibe in Friuli-Venezia Giulia. “Quella delle foibe è stata una pagina brutta della storia europea”, ha sottolineato la Presidente Simonetta Saliera. “Ancora più brutta perché troppo a lungo taciuta, anzi negata. Relegata a effetto collaterale della Seconda guerra mondiale dove l’estremismo titino e stalinista si macchiò delle stesse nefandezze di quei regimi nazisti e fascisti alla cui sconfitta aveva collaborato. Con una propria legge Parlamento della Repubblica italiana trovò la forza di rimarginare quella ferita con l’unica medicina possibile: quella della conoscenza e della ricerca della verità. È un compito- ha concluso- che vogliamo mantenere vivo ogni anno, perché anche da quella tragedia, passa la costruzione della nostra identità nazionale”. Il video realizzato è disponibile https://cronacabianca.eu/tv/video/giorno-del-ricordo-marzaotto-basovizza-lassemblea-racconta-con-un-video-il-viaggio-delle-dossetti/

Post

23 Agosto 2019

11 settembre di pace, Daoud Nassar racconta la sua storia

Può una fattoria coltivare la pace? Può un uomo che insegna a non odiare difendersi e superare le difficoltà? Può un uomo che vive nella terra più martoriata dai conflitti parlare di comprensione tra i popoli? Sembra utopia, ma la vita di Daoud Nassar dimostra che tutto questo è possibile: primo non sentirsi vittime, secondo non odiare i propri oppressori, terzo essere costruttore di pace.

22 Agosto 2019

Legambiente premia i vini bolognesi

I vini bolognesi conquistano la Festa di Legambiente. Nel corso della XXXI edizione di FestAmbiente, la tradizionale kermesse organizzata dalla più importante associazione ambientalista italiana, che si è svolto a Grosseto nel cuore dell'estate due aziende vinicole bolognesi hanno conquistato il podio iridato: si tratta della Tenuta Santa Cecilia di San Lazzaro di Savena che è stata premiata per il suo "pignoletto frizzante", e l'Azienda Tomisa sempre di San Lazzaro di Savena, premiata per il suo Barbera Emilia.