Post

5 Febbraio 2019

Il Giorno del ricordo

Da Marzabotto (Bologna) a Basovizza (Trieste). È stato questo il viaggio delle classi medie “Dossetti” per commemorare le vittime delle Foibe. Un viaggio che l’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna ha cofinanziato e di cui ha realizzato un video ascoltando chi, quei luoghi, li ha visti da vicino.

Come la professoressa Chiara Casoni che, insieme ai colleghi della scuola media di Marzabotto, ha prima preparato gli studenti sui libri di testo, poi li ha accompagnati a visitare quei luoghi. “L’unico modo per trasmettere a dei ragazzi giovani- ha spiegato Casoni-che non hanno per motivi anagrafici vissuto quel periodo, che ne hanno solo sentito parlare, era affiancare ai documenti storici la visita di quei luoghi dove si sono consumate queste tragedie”. Il video è stato realizzato per commemorare il Giorno del Ricordo (10 febbraio 2019) e ripercorre, anche grazie alle interviste alle studentesse, il viaggio sui luoghi delle Foibe in Friuli-Venezia Giulia. “Quella delle foibe è stata una pagina brutta della storia europea”, ha sottolineato la Presidente Simonetta Saliera. “Ancora più brutta perché troppo a lungo taciuta, anzi negata. Relegata a effetto collaterale della Seconda guerra mondiale dove l’estremismo titino e stalinista si macchiò delle stesse nefandezze di quei regimi nazisti e fascisti alla cui sconfitta aveva collaborato. Con una propria legge Parlamento della Repubblica italiana trovò la forza di rimarginare quella ferita con l’unica medicina possibile: quella della conoscenza e della ricerca della verità. È un compito- ha concluso- che vogliamo mantenere vivo ogni anno, perché anche da quella tragedia, passa la costruzione della nostra identità nazionale”. Il video realizzato è disponibile https://cronacabianca.eu/tv/video/giorno-del-ricordo-marzaotto-basovizza-lassemblea-racconta-con-un-video-il-viaggio-delle-dossetti/

Post

22 Ottobre 2021

Cordoglio per la scomparsa di Don Luciano

“La scomparsa di Don Luciano, già parroco di Pianoro Vecchia e Livergnano, è motivo di dolore e di forte dispiacere. Ai suoi famigliari, alla Chiesa di Bologna e a tutti coloro che lo hanno conosciuto e apprezzato il suo impegno di sacerdote vanno le mie più sentite condoglianze. Ci conoscevamo bene, amava ed era un gran conoscitore di musica in particolare d'organo e aveva una innata curiosità di conoscere il mondo in profondità tanto da studiare diverse lingue come il russo proprio per capire a fondo le persone, la loro vita e le loro profondità. Le nostre zuppette alle 23 di sera erano farcite di musica, pittura antica e racconti di vite nei diversi mondi”.

12 Ottobre 2021

Cordoglio per la scomparsa di Sante Tura

"Scienziato di grande livello, medico di stimato valore. Con Sante Tura scompare uno dei bolognesi più illustri, capace di essere appassionato pioniere nel campo della ricerca".