Post

5 Dicembre 2018

Mangiare sano, mangiare sicuro

Mangiare sano, mangiare sicuro. L’impegno dell’Emilia-Romagna a difesa della qualità del cibo, dalla produzione al consumo, arriva a Bruxelles.

“La sicurezza alimentare è una scelta importante per la vita di una società. Ricordiamoci sempre che l’Unione Europea ne ha il primato mondiale e vogliamo contribuire affinché ciò venga mantenuto e rafforzato”, spiega Simonetta Saliera, Presidente dell’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna che oggi è intervenuta nella capitale dell’Unione europea al convegno “Sostenibilità delle filiere alimentari, scienza e sicurezza alimentare in Europa” insieme a un ricco parterre di autorità internazionali: Segretario di Stato dell’Assia, Mark Weinmeinster, l’Ambasciatore Michele Quaroni, Rappresentante Aggiunto d’Italia presso l’Ue, il Rettore dell’Università di Parma Paolo Andrei e l’Eurocommissario Vytenis Andriukaitis. “Le sfide di oggi sono complesse e necessitano di una risposta collettiva che coinvolga i diversi livelli di governo, che permetta di accrescere i partenariati pubblico-privati, che rafforzi la filiera produttori-consumatori. Vi è la necessità di unire le energie e creare nuove relazioni culturali ed economiche, per garantire sostenibilità, valori ed accrescere la fiducia dei cittadini”, spiega Saliera che ricorda come “i sistemi regionali hanno dimostrato di avere la capacità di mettersi in gioco, offrendo risposte concrete. Non a caso la Regione Emilia-Romagna è tra le principali food valley mondiali e ospita a Parma l’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare (EFSA) e ha promosso già nel 2014 il World Food Research and Innovation Forum. Un progetto strategico volto a promuovere una piattaforma permanente dedicata ai temi della ricerca, della sostenibilità e della sicurezza nel settore agroalimentare, avendo come riferimento le sfide legate all’alimentazione e gli stakeholder europei e globali”.

Post

26 Febbraio 2021

Cordoglio per la scomparsa di Bruno Pizzica

"Bruno Pizzica è stato un uomo e un sindacalista di grande umanità e impegno: da sempre in prima fila nella difesa dei lavoratori, nella costruzione di soluzioni avanzate e rispettose della dignità della persona quando si parlava di anziani e di welfare. La sua morte mi riempie di dolore: a sua moglie, ai suoi cari, alle compagne e ai compagni della Cgil, a tutti coloro che hanno lottato insieme a lui dedicando una vita ai diritti dei lavoratori e alla costruzione di una società più giusta, vanno le mie più sentite condoglianze".

8 Febbraio 2021

I quadri di Roffi per Don Lorenzoni e i cipressi di Montecalvo

La "Trilogia dei cipressi" dell'artista Giampaolo Roffi celebra gli alberi di Montecalvo e il loro salvataggio, realizzato grazie alla collaborazione tra cittadini, parrocchia e associazioni del territorio.