Post

3 Dicembre 2018

Il Presepe Artistico

Dall’Annunciazione alla fuga in Egitto passando attraverso la Natività.

In occasione delle Festività natalizie 2018, l’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna ha allestito da oggi nei propri locali il “Presepe Artistico” di Marco Fornaciari, artista modenese che realizza Natività in terracotta. L’inaugurazione sarà venerdì prossimo 7 dicembre alle ore 19 quando, oltre alla Presidente dell’Assemblea legislativa emiliano-romagnola Simonetta Saliera, il Presepe sarà inaugurato dall’autore Marco Fornaciari e da monsignor Giovanni Silvagni, vicario della Diocesi di Bologna. Il Presepe artistico di Fornaciari è un'interpretazione particolare che vede la figura di Giuseppe in piedi, e non accanto a Maria, una “Annunciazione” che sembra salire al cielo per dare grandezza al messaggio universale dell'incarnazione del Verbo, la compostezza dei gruppi pastorali dove anche le pecore sembrano attendere alla nascita. Poi i Re Magi, che posti su di un altro livello rispetto al presepe, scendono, pronti a fare la loro comparsa. Accanto al presepe, l'artista presenta un numeroso gruppo di altre terrecotte ove le tematiche dell'Arte Sacra vengono rappresentate nella contemporaneità, senza snaturare forme e interpretazioni delle Sacre Scritture. Tutta l'opera di Fornaciari gode di un forte sentimento che nella plasticità delle forme assume sempre più un legame artista-opera, un prolungamento non solo manuale ma anche spirituale tra l'autore e la sua scultura. Marco Fornaciari è nato a Vignola il 18 febbraio 1951. La sua passione per la scultura ha radici antiche. Infatti, la famiglia, fin dal “700”, produceva manufatti in terracotta forgiati al tornio nella fornace di Castelvetro. E’ in questo ambiente che Marco comincia a modellare l’argilla. La formazione scolastica avverrà poi al Liceo Artistico di Bologna, dove, Carlo Santachiara, allora giovane scultore e suo insegnante di plastica, lascierà un segno indelebile. Si diplomerà nel 1971. Dieci anni dopo, l’esigenza di tornare in quell’ambiente di studio lo porterà a frequentare il “Corso di Scuola Libera del Nudo”. Dai primi anni novanta espone costantemente la sua opera in mostra personali e collettive, partecipa a numerosi premi, tra i quali il Begarelli che vince in diverse edizioni. “Vogliamo creare un momento di pace e di serenità e di riflessione e invitiamo i cittadini a partecipare a questa festa”, spiega Saliera che ricorda come “Anche a Natale continua il nostro impegno a valorizzare il nostro territorio, a cercare ciò che unisce e non ciò che divide la nostra comunità”. La Presidente ha anche parole di elogio per i ragazzi del centro socio-riabilitativo “I Portici” dell’azienda pubblica di Servizi alla persona “Giorgio Gasparini” di Vignola. I giovani per la festa in Regione hanno realizzato delle stelle di Natale in terracotta che verranno regalate a tutti i cittadini che parteciperanno all’accensione dell’albero di Natale donato dall’Ente Parchi Emilia-Orientale e all’inaugurazione del Presepe.

Post

20 Giugno 2019

Le storie di Miriam

“Le storie di Miriam” diventano un libro grazie all’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna. E sono consultabili in tutte le Biblioteche aderenti all’Istituzione Biblioteche di Bologna. Miriam è Miriam Ridolfi, una raffinata signora sulla settantina che il 2 agosto 1980 era stata da pochi giorni nominata assessore al Comune di Bologna.

17 Giugno 2019

In Assemblea legislativa abbiamo celebrato il 75° anniversario della Repubblica di Montefiorino

“Ringrazio sentitamente la presidente del Parlamento regionale, Simonetta Saliera, per aver creduto nella realizzazione della mostra e per averla ospitata nella sede dell’Assemblea legislativa: tenere viva la memoria storica sia uno dei compiti fondamentali delle Istituzioni”. Con queste parole il sindaco di Montefiorino, Maurizio Paladini, ha inaugurato questa mattina “1944-2019. La Repubblica di Montefiorino. Un Distretto Partigiano”, la mostra fotografica allestita nei locali dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna per celebrare il 75° anniversario della Repubblica di Montefiorino.