Post

14 Novembre 2018

Un albero "bolognese" per il Natale in Assemblea legislativa

Il Natale in Assemblea legislativa bolognese 2018 ha il sapore dell'Appennino bolognese. Sarà, infatti, l'Ente Parco Emilia Orientale a donare l'albero natalizio, proveniente dal Parco dei Laghi di Suviana e del Brasimone, che dal 7 dicembre prossimo sarà allestito nei locali del Parlamento regionale dell'Emilia-Romagna insieme al "presepe artistico" di Marco Fornaciari, artista emiliano romagnolo di vaglia.

Giunto al secondo anno consecutivo e fortemente voluto dalla Presidente dell'Assemblea legislativa regionale Simonetta Saliera, "Natale in Assemblea" prevede l'accensione dell'albero e l'inaugurazione del presepe (alla presenza di Monsignor Giovanni Silvagni) alle ore 19 del 7 dicembre prossimo, alla vigilia della Festa dell'Immacolata concezione, giorno tradizionalmente dedicato all'allestimento dei presepi nelle case italiane. "Si tratta di un abete di circa 8 metri proveniente dai piani di valorizzazione ambientale del nostro Ente: per noi è un onore contribuire a un evento che dà un ruolo centrale all'Assemblea legislativa della nostra Regione e allo stesso tempo permette di far conoscere le nostre attività al servizio del territorio", spiega Sandro Ceccoli, Presidente dell'Ente Parco Emilia-Orientale che con il Parlamento regionale ha una lunga consuetudine vista la collaborazione consolidata all'interno dei percorsi di educazione alla biodiversità rivolti alle scuole realizzati insieme all'Assemblea legislativa regionale. All'insegna della tradizione bolognese anche l'accompagnamento musicale di "Natale in Assemblea": ad allietare la serata, infatti, saranno i cori dei Comuni di Monzuno, Gaggio Montano e San Giovanni in Persiceto

Post

22 Ottobre 2021

Cordoglio per la scomparsa di Don Luciano

“La scomparsa di Don Luciano, già parroco di Pianoro Vecchia e Livergnano, è motivo di dolore e di forte dispiacere. Ai suoi famigliari, alla Chiesa di Bologna e a tutti coloro che lo hanno conosciuto e apprezzato il suo impegno di sacerdote vanno le mie più sentite condoglianze. Ci conoscevamo bene, amava ed era un gran conoscitore di musica in particolare d'organo e aveva una innata curiosità di conoscere il mondo in profondità tanto da studiare diverse lingue come il russo proprio per capire a fondo le persone, la loro vita e le loro profondità. Le nostre zuppette alle 23 di sera erano farcite di musica, pittura antica e racconti di vite nei diversi mondi”.

12 Ottobre 2021

Cordoglio per la scomparsa di Sante Tura

"Scienziato di grande livello, medico di stimato valore. Con Sante Tura scompare uno dei bolognesi più illustri, capace di essere appassionato pioniere nel campo della ricerca".