Post

2 Novembre 2018

L'Assemblea legislativa regionale festeggia la Giornata del Paesaggio

Cinque fotografi, un solo grande e bell'Appennino. Quello bolognese dove calanchi e boschi fanno da cornice allo sviluppo della vita umana, al lavoro e allo svago.

Samuele Bianchi, Paola Binante, Alfredo Covino, Pietro D'Agostino e Orith Youdovich: sono loro i "magnifici cinque" che con i loro teleobiettivi hanno realizzato "La via che non c'è", la rassegna fotografica realizzata grazie alla collaborazione tra l'Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna e il Comune di Monzuno che sarà esposta dall'8 novembre prossimo nei locali del Parlamento regionale di viale Aldo Moro in occasione della "Giornata del paesaggio". Il taglio del nastro è previsto alle ore 18 dell'8 novembre prossimo alla presenza, tra gli altri, degli artisti, della Presidente dell'Assemblea legislativa regionale dell'Emilia-Romagna Simonetta Saliera, e del sindaco di Monzuno Marco Mastacchi e del suo vicesindaco Ermanno Manlio Pavesi. "Questa mostra si inserisce a pieno nell'attività di collaborazione che l'Assemblea legislativa ha sviluppato in questi anni con i Parchi regionali e alcune amministrazioni comunali per far conoscere la bellezza del nostro territorio", spiega Saliera.

Post

18 Settembre 2020

I 70 anni di sacerdozio di Don Lorenzo Lorenzoni

Parrocchia di Montecalvo in festa con il Cardinale Matteo Maria Zuppi, per i 70 anni di ordinamento sacerdotale di Don Lorenzo Lorenzoni, il parroco 94 enne che oltre 10 anni ha letteralmente ricostruito la parrocchia alle porte di Bologna e che proprio da sette decenni è in "servizio permanente", prete dalla mattina alla sera sempre in attività.

24 Agosto 2020

Referendum 20-21 settembre 2020: le ragioni del NO

"L'Idea di Pianoro" REFERENDUM DI SETTEMBRE. Abbiamo chiesto un giudizio a Simonetta Saliera, già sindaco di Pianoro e presidente dell'Assemblea regionale: "Torniamo alla Costituzione. Il valore di una Costituzione e la sua efficacia li si misura nell'arco dei decenni. Da troppi anni la nostra Costituzione (che fu il frutto dell'incontro tra le culture democratiche laiche, cattoliche e marxiste, all'indomani dell'immane tragedia della Seconda Guerra Mondiale) è sotto attacco, tenuta come un foglio sospeso sul bordo di un cestino.