Post

25 Ottobre 2018

Quando i migranti eravamo noi

"Quando i migranti eravamo noi (emiliano-romagnoli)". Dal 1876 al 1973 oltre un milione di emiliano-romagnoli prese la via dell’esilio per sfuggire alla miseria e alle difficoltà economiche della propria patria.

Salparono verso le Americhe negli anni della prima grande industrializzazione di inzio '900, quando le macchine a vapore "scacciavano" braccianti e mondine dai nostri campi. Fuggirono all'estero negli anni della dittatura fascista, quando la libertà di parola lasciava il passo al manganello e all'olio di ricino. Trovarono lavoro nelle miniere del Belgio e nelle fonderie tedesche negli anni del secondo dopoguerra, quando il boom economico trasformava la società riducendo la richiesta di manodopera. Le storie di questi migranti rivivono in "Emigrare ieri, emigrare oggi", mostra fotografica realizzata dalla Consulta degli emiliano-romagnoli nel mondo-Assemblea legislativa regionale che verrà inaugurata domani alle 12.30 nei locali dell’Assemblea legislativa in viale Aldo Moro 50 a Bologna, e sarà visitabile fino all'8 novembre prossimo dal lunedì al venerdì.

Post

18 Settembre 2020

I 70 anni di sacerdozio di Don Lorenzo Lorenzoni

Parrocchia di Montecalvo in festa con il Cardinale Matteo Maria Zuppi, per i 70 anni di ordinamento sacerdotale di Don Lorenzo Lorenzoni, il parroco 94 enne che oltre 10 anni ha letteralmente ricostruito la parrocchia alle porte di Bologna e che proprio da sette decenni è in "servizio permanente", prete dalla mattina alla sera sempre in attività.

24 Agosto 2020

Referendum 20-21 settembre 2020: le ragioni del NO

"L'Idea di Pianoro" REFERENDUM DI SETTEMBRE. Abbiamo chiesto un giudizio a Simonetta Saliera, già sindaco di Pianoro e presidente dell'Assemblea regionale: "Torniamo alla Costituzione. Il valore di una Costituzione e la sua efficacia li si misura nell'arco dei decenni. Da troppi anni la nostra Costituzione (che fu il frutto dell'incontro tra le culture democratiche laiche, cattoliche e marxiste, all'indomani dell'immane tragedia della Seconda Guerra Mondiale) è sotto attacco, tenuta come un foglio sospeso sul bordo di un cestino.