Post

17 Ottobre 2018

Commissione Civex in visita agli Europe Direct dell'Assemblea legislativa

Regioni europee a scuola d’Europa in Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna. Lavoro, pace, diritti, istruzione, crescita, sviluppo. Negli ultimi quattro anni oltre 120.00 persone, di cui 22.000 studenti, hanno conosciuto il volto umano dell’Unione europea grazie al Parlamento regionale di viale Aldo Moro. Sono i numeri di Europe Direct presentati questa mattina da Simonetta Saliera, Presidente dell’Assemblea legislativa, a una delegazione di componenti del Comitato delle Regioni, la massima istituzione comunitaria delle Regioni europee.

I rappresentanti delle Regioni d’Europa (provenienti da otto Stati dell’Unione, ovvero Slovacchia, Irlanda, Regno Unito, Polonia, Spagna, Francia, Grecia e Romania) hanno avuto modo di visitare e conoscere gli Europe Direct dell’Emilia-Romagna, gli “sportelli” che la Regione riserva al rapporto tra cittadini e Unione europea. “Nell’opera quotidiana di far conoscere ciò che l’Unione europea ha fatto e fa per i suoi cittadini, questa Regione ha da anni trovato una valida ed efficace collaborazione con il network dei centri di informazione Europe Direct”, spiega Saliera che ricorda come “solo nell’ultima programmazione, cioè dal 2013 al 2017, 120.577 persone, di cui 22.257 studenti, sono stati raggiunti con percorsi formativi e iniziative realizzate sul territorio. Non sto parlando di “like” su Facebook o di visualizzazioni su qualche piattaforma tecnologica: mi riferisco a persone in carne ed ossa che hanno incontrato i nostri funzionari e hanno ricevuto indirizzi, informazioni, materiale e consigli.” L’Assemblea legislativa della Regione ospita al suo interno Europe Direct e, in diverse occasioni, Saliera ha proposto al Comitato delle Regioni emendamenti a favore e supporto della rete degli Europe Direct.

Post

18 Marzo 2019

Il ricordo di Marco Biagi

“Ricordare la figura, il pensiero e l’opera di Marco Biagi è un dovere civile per tutte le Istituzioni. Il suo barbaro omicidio ferisce ancora tutta Bologna, la nostra regione e il Paese e interroga le nostre coscienze. Il dolore per la sua morte non trova pace perché è stata assassinata una persona e inferto un colpo ai valori della democrazia, della tolleranza e del rispetto che sono alla base del nostro vivere comune e della coesione della nostra città”.

16 Marzo 2019

Al via i lavori per il Museo Presidio Ogr in Assemblea legislativa

La storia dell'Officina Grandi Riparazioni trova casa nell’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna. Procedono infatti speditamente i lavori per realizzare il nuovo spazio espositivo dedicato alla storia dell’OGR di Bologna (oggi Officina Manutenzione Corrente) che dal luglio scorso ha lasciato la storica sede di Via Casarini per trasferirsi in via del Lazzaretto.