Post

22 Agosto 2018

Le terme di Porretta di raccontano in un click fotografico

Cunicoli, acque sulfuree, vasche. Duemila anni di storia delle Terme di Porretta si raccontano negli scatti di Celia Miraval, Anna Paola Rosaspina, Fabrizio Carollo e Stefano Semenzato.

Giovedì prossimo 30 agosto, alle ore 11, nei locali dello stabilimento termale di Porretta, in via Roma 5 a Alto Reno Terme, Simonetta Saliera, Presidente dell’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna, e Giuseppe Nanni, Sindaco del Comune di Alto Reno, inaugureranno la “Suggestioni termali in fotografia”, mostra fotografica che racconta la storia ultramillenaria delle Terme di Porretta attraverso gli scatti di quattro fotografi di varia estrazione, diversi per esperienza ed età, che visitando le sorgenti termali porrettane hanno fissato con il loro obiettivo le suggestioni da loro incontrate nel percorrere i cunicoli e gli ampi spazi dello stabilimento termale. "E' una grande emozione inaugurare una mostra che racconta di una parte così importante della nostra storia, della vicenda umana del nostro territorio", spiega Saliera che ringrazia gli organizzatori e gli autori per la sensibilità e l'impegno.

Post

20 Marzo 2019

Museo Ogr in Assemblea legislativa, la lettera di Afeva

“Grazie Presidente Saliera: Lei ci ha riavvicinati alle istituzioni repubblicane, e ha dato un esempio di come ci si dovrebbe comportare quando si riveste una importante carica pubblica”. A pochi giorni dall’avvio dei lavori per la realizzazione del Museo Ogr nei locali dell’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna e nel giorno in cui è iniziato il trasferimento dei reperti storici, la Cgil, l’Afeva (Associazione dei famigliari delle vittime dell’amianto) e l’Associazione Artecittà ringraziano la Presidente dell’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna per il ruolo svolto nella salvaguardia del materiale della storica officina bolognese.

20 Marzo 2019

La Val di Zena si racconta in un volume

Dalla balena fossile di Gorgognano al tritone testato, dalla Grotta della Spipola alla Torre dell’Erede, passando per il Castello di Zena e la Pieve di Gorgognano.