Post

8 Luglio 2018

Successo del Saharawi Day 2018

Grande successo per il Saharawi Day 2018. Emozione, gioia, passione: sono stati questi gli ingredienti vincenti con cui ieri sera l'Assemblea legislativa regionale dell'Emilia-Romagna e una delegazione del Popolo Saharawi hanno inaugurato le Olimpiadi del Tricolore in corso a Reggio Emilia.

"E' un onore essere insieme agli amici Saharawi di cui comprendiamo le ragioni e i diritti", spiega Simonetta Saliera, Presidente dell'Assemblea legislativa che ha guidato la delegazione del Parlamento di viale Aldo Moro composta dai consiglieri Silvia Prodi, Barbara Lori e Yuri Torri, che ha sfilato insieme ai bambini Saharawi e ai rappresentanti delle associazioni di volontariato che anche quest'anno li stanno ospitando lungo la via Emilia. Un serpentone colorato e gioioso che ha portato per le strage di Reggio Emilia la dignità e la voglia di democrazia di un popolo che, pacificamente, chiede il rispetto dei propri diritti e che, come ha spiegato Omar Mih, rappresentante Saharawi in Italia, "ha sempre trovato nella Regione Emilia-Romagna ascolto e sostegno".

Post

18 Settembre 2020

I 70 anni di sacerdozio di Don Lorenzo Lorenzoni

Parrocchia di Montecalvo in festa con il Cardinale Matteo Maria Zuppi, per i 70 anni di ordinamento sacerdotale di Don Lorenzo Lorenzoni, il parroco 94 enne che oltre 10 anni ha letteralmente ricostruito la parrocchia alle porte di Bologna e che proprio da sette decenni è in "servizio permanente", prete dalla mattina alla sera sempre in attività.

24 Agosto 2020

Referendum 20-21 settembre 2020: le ragioni del NO

"L'Idea di Pianoro" REFERENDUM DI SETTEMBRE. Abbiamo chiesto un giudizio a Simonetta Saliera, già sindaco di Pianoro e presidente dell'Assemblea regionale: "Torniamo alla Costituzione. Il valore di una Costituzione e la sua efficacia li si misura nell'arco dei decenni. Da troppi anni la nostra Costituzione (che fu il frutto dell'incontro tra le culture democratiche laiche, cattoliche e marxiste, all'indomani dell'immane tragedia della Seconda Guerra Mondiale) è sotto attacco, tenuta come un foglio sospeso sul bordo di un cestino.