Post

7 Giugno 2018

Il primo luglio si inaugura la Pala della Madonna della Cintura alla Scola

Missione compiuta: la Pala della Madonna con la Cintura della Scola di Grizzana Morandi torna agli antichi splendori. Era lo scorso 29 novembre quando la Presidente dell’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna Simonetta Saliera, Confcommercio Ascom Bologna e l’Associazione La Sculca (i residenti della Scola) lanciavano l’appello (e relativa raccolta fondi) per il restauro del prezioso dipinto che si trova nell’oratorio di San Pietro all’interno del suggestivo borgo medioevale della Scola.

Domenica primo luglio, a soli 7 mesi quello che era il sogno dei residenti e degli amanti dell’arte è diventata realtà. L’antica Pala che rappresenta la Madonna con la Cintura, uno stile pittorico tipicamente toscano e che per il territorio bolognese è una rarità, è stata completamente restaurata verrà rimessa dietro all’altare della chiesetta della Scola con una cerimonia civile e religiosa prevista alle ore 11 a cui, tra gli altri, interverranno la Presidente Saliera, il sindaco di Grizzana Morandi Graziella Leoni, il Direttore di Ascom Giancarlo Tonelli, il vicario di zona don Lino Civerra, in rappresentanza dell’Arcivescovo Zuppi. Una “missione impossibile” che si è avverata grazie all’impegno della Presidenza dell’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna, alla generosità di tanti cittadini che hanno fatto le donazioni, alla tenacia dei residenti e dei soci dell’Associazione La Sculca e del determinante impegno, anche economico, di Ascom Bologna che ha confermato amore e passione per il nostro territorio. “La Scola è un borgo magico, fatto di donne e di uomini che sanno essere comunità: insieme hanno deciso di far rivivere quotidianamente un borgo storico. Queste persone sono una comunità viva, un esempio per tutti noi”, spiega Simonetta Saliera, Presidente del Parlamento di viale Aldo Moro, che ha poi parole di elogio per Ascom Bologna e in particolare il suo direttore generale Giancarlo Tonelli, “per la sensibilità dimostrata verso questa comunità e il nostro Appennino”. Il direttore generale Ascom Tonelli, dal canto suo, conferma l’impegno dell’Associazione Commercianti di Bologna per la valorizzazione del territorio e si dice soddisfatto per un risultato raggiunto e che conferma come la collaborazione del territorio con le Istituzioni dia risultati positivi per la vita quotidiana delle persone. Commossi i residenti: “Ringraziamo l’Assemblea regionale e la Presidente Saliera, il Comune di Grizzana e il sindaco Leoni, Confcommercio Ascom Bologna e il direttore generale Giancarlo Tonelli e tutti coloro che hanno permesso di restaurare la Pala e contribuire alla vita della Scola. Un grazie di cuore perché non ci hanno lasciati soli e insieme ce l’abbiamo fatta”, spiega Silvia Rossi, Presidente dell’Associazione La Sculca. Il primo luglio sarà un giorno di festa: alle 11 infatti la Pala della Madonna con la cintura tornerà nell’Oratorio di San Pietro dove, alle 16, si tornerà anche a dir messa dopo tanti anni. Alle 17, invece, sarà la volta del taglio del nastro della mostra fotografica “Fotografa la tua Scola”, realizzata sempre grazie alla collaborazione tra La Sculca e la Presidenza dell’Assemblea legislativa regionale. “In questi mesi abbiamo chiesto ai cittadini di inviarci le loro foto relative alla Scola: ne sono arrivate una sessantina: saranno esposte fino a metà settembre e i visitatori della Scola potranno votare quella più bella che premieremo il 16 settembre prossimo durante una festa di fine estate”, spiega Silvia Rossi.

Post

18 Dicembre 2018

Approvato il bilancio dell'Assemblea legislativa

Semaforo verde al bilancio di previsione dell'Assemblea legislativa per il 2019, con proiezione pluriennale 2019-2021. Alla manovra, che, per il 2019 vale 29,6 milioni di euro, hanno votato si' Pd, Si, Prodi (Misto), Ln, Fdi e Fi, con voto contrario di M5s e Sassi (Misto) e astensione di Facci (Misto-Mns).

15 Dicembre 2018

Le vincitrici del Premio Cassin

Sono Francesca Acerra e Valentina Manca le vincitrici della XVI edizione del Premio René Cassin per tesi di laurea in tema di diritti fondamentali o sviluppo umano promosso dall’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna in collaborazione con KIP International School.