Post

30 Aprile 2018

Cantiere 2 agosto dopodomani in udienza da Papa Francesco

Il gran giorno è arrivato.

Dopodomani, mercoledì 2 maggio in Vaticano Papa Francesco incontra i protagonisti di Cantiere 2 agosto. Tra famigliari delle vittime, narratori e organizzatori dell’evento che il 2 agosto 2017 ha portato in strada oltre 10 mila cittadini, saranno un centinaio le persone che parteciperanno all’udienza papale. La delegazione sarà guidata dalla Presidente dell’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna Simonetta Saliera. Tutto è iniziato lo scorso novembre quando Saliera ha scritto al Presidente della Repubblica e al Pontefice, chiedendo loro di ricevere i narratori popolari visto il loro impegno e la grande partecipazione al progetto di public history. Una richiesta accolta dalla Santa Sede, che a gennaio, attraverso una missiva firmata da Padre Georg Ganswein, Prefetto della Casa Pontificia, ha comunicato la data dell’Udienza: “Ben volentieri– si legge nella lettera– mi premuro di accogliere la richiesta di partecipazione all’Udienza generale del Santo Padre del 2 maggio a favore dei partecipanti al progetto ‘Cantiere 2 Agosto’, assicurandoLa che il gruppo medesimo verrà menzionato nell’ambito dell’Udienza“. Soddisfatta la presidente dell’Assemblea, Simonetta Saliera: “È un onore, si tratta del riconoscimento dell’impegno civile e del lavoro di tutti noi e del grande affetto che la popolazione sta dimostrando verso questa esperienza, la cui funzione è di tenere viva la memoria perché, non bisogna mai smettere di ripeterlo, ogni amnesia sottende una sommaria amnistia. Ed è anche lo stimolo a lavorare ancora con più passione per l’iniziativa del 2 agosto di quest’anno, dedicata al ricordo dell’impegno corale della nostra comunità e dei soccorritori”. Sempre realizzato grazie al lavoro del regista Matteo Belli e della storica Cinzia Venturoli, il progetto di quest’anno, Sinfonia di soccorsi, consiste in uno spettacolo teatrale pubblico e gratuito che verrà messo in scena alle 21,30 del 1 agosto sera nella Piazza Renzo Imbeni, proprio di fronte alla sede del Parlamento regionale. Lo spettacolo vedrà 12 attori narrare la storia dei soccorritori e di una città, Bologna, che si seppe mobilitare per aiutare le vittime della strage fascista del 2 agosto 1980. Cantiere 2 agosto e Sinfonia di soccorsi saranno l’argomento della tesi di laurea di uno studente bolognese che ha terminato il proprio percorso di studi del master in public history dell’Università di Modena e Reggio Emilia. La tesi sarà incentrata sui progetti portati avanti dall’Associazione dei famigliari delle vittime del 2 agosto con il sostegno dell’Assemblea regionale: si parte dal lavoro svolto nel progetto “Educare attraverso i luoghi” fatto con i ragazzi delle scuole medie e superiori, passando all’attività di promozione di Cantiere 2 agosto. Lo studente sta poi seguendo la fase di stesura, preparazione e realizzazione del progetto Sinfonia di soccorsi.

Post

20 Marzo 2019

Museo Ogr in Assemblea legislativa, la lettera di Afeva

“Grazie Presidente Saliera: Lei ci ha riavvicinati alle istituzioni repubblicane, e ha dato un esempio di come ci si dovrebbe comportare quando si riveste una importante carica pubblica”. A pochi giorni dall’avvio dei lavori per la realizzazione del Museo Ogr nei locali dell’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna e nel giorno in cui è iniziato il trasferimento dei reperti storici, la Cgil, l’Afeva (Associazione dei famigliari delle vittime dell’amianto) e l’Associazione Artecittà ringraziano la Presidente dell’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna per il ruolo svolto nella salvaguardia del materiale della storica officina bolognese.

20 Marzo 2019

La Val di Zena si racconta in un volume

Dalla balena fossile di Gorgognano al tritone testato, dalla Grotta della Spipola alla Torre dell’Erede, passando per il Castello di Zena e la Pieve di Gorgognano.