Post

10 Aprile 2018

Pensieri sull'Europa, Bruxelles 10 aprile 2018

C'è bisogno di un salto politico coraggioso per agire contro le diseguaglianze, c'è bisogno di credere di più ad un'Europa umana che sostiene i livelli democratici che partono dal basso.

Abbiamo bisogno di un'Europa che definisce soglie di diritti umani, sociali e di solidarietà sotto le quali gli Stati membri non possono permettersi di stare. Chi oggi raccoglie consenso spargendo paure e falsità deve essere dialetticamente fronteggiato da chi, partendo da una storia democratica più forte, prende posizione a favore di un'Europa sociale reale. Quella che i cittadini sapranno riconoscere. Come 20 anni fa abbiamo generato l'accordo di Schengen e la moneta unica oggi serve un passo politico deciso verso una nuova direzione. Che Europa vogliamo? Finché viviamo l'UE come quella che detta regole ma non le viviamo come aspirazione e direzione verso un futuro migliore per i suoi cittadini questa Europa non serve Dobbiamo dare un altro sogno. Un altro obiettivo di evoluzione. È necessario capire che Europa sarà se no l'Europa non ci sarà più.

Post

20 Gennaio 2020

Giornata Memoria 2020: "Dopo la barbarie. Il difficile rientro"

Prima la persecuzione, poi la beffa. Prima l’annichilimento nel lager, poi il perdersi nei meandri di una burocrazia che non voleva minimamente affrontare il tema del post Shoah. Tra pratiche perse e finte rassicurazioni di rito. Tra faldoni alla ricerca del giusto ufficio a cui essere assegnati e un Paese che voleva dimenticare, archiviare per tornare al solito tran tran.

17 Gennaio 2020

ArteFiera-ArtCity 2020 con le opere di Pompilio Mandelli

Grande successo per il taglio del nastro di "Dalla figurazione all'ultimo naturalismo", la personale di Pompilio Mandelli curata da Sandro Malossini e allestita nei locali dell'Assemblea legislativa regionale in occasione di ArteCity-ArteFiera.