Post

23 Marzo 2018

Il volto umano dell'Unione europea si chiama welfare

Welfare e ritorno ai valori fondativi dell'Ue come ricetta per battere l'euroscetticismo e costruire un'Unione europea dal volto umano.

La "ricetta" per una riscossa dell'europeismo arriva da Bruxelles, nel corso della riunione del Comitato delle Regioni, il massimo organismo comunitario delle Regioni d'Europa, durante il quale Simonetta Saliera, Presidente dell'Assemblea legislativa regionale dell'Emilia-Romagna, ha sottolineato l'importanza del Fondo Sociale Europeo. "E' questa l'Unione europea dal volto umano: risorse che spiegano meglio di tante parole ai cittadini cosa l'UE può fare per migliorare la qualità delle nostre vite", sottolinea Saliera incontrando il commissario europeo Corina Cretu. Sempre nell'ottica di una forte riforma dell'Unione europea, la Presidente del Parlamento di viale Aldo Moro, ha consegnato a Karl Lambertz, Presidente del Comitato delle Regioni, il documento frutto del lavoro dei Parlamenti regionali dell'Emilia-Romagna e dell'Assia, che chiede uno scatto sul futuro dell'Unione europea. "E' dal 2015 che lavoriamo per una riforma dell'Ue fornendo proposte e idee che rimettono al centro i valori fondativi dell'Europa comunitaria", spiega Saliera.

Post

18 Settembre 2020

I 70 anni di sacerdozio di Don Lorenzo Lorenzoni

Parrocchia di Montecalvo in festa con il Cardinale Matteo Maria Zuppi, per i 70 anni di ordinamento sacerdotale di Don Lorenzo Lorenzoni, il parroco 94 enne che oltre 10 anni ha letteralmente ricostruito la parrocchia alle porte di Bologna e che proprio da sette decenni è in "servizio permanente", prete dalla mattina alla sera sempre in attività.

24 Agosto 2020

Referendum 20-21 settembre 2020: le ragioni del NO

"L'Idea di Pianoro" REFERENDUM DI SETTEMBRE. Abbiamo chiesto un giudizio a Simonetta Saliera, già sindaco di Pianoro e presidente dell'Assemblea regionale: "Torniamo alla Costituzione. Il valore di una Costituzione e la sua efficacia li si misura nell'arco dei decenni. Da troppi anni la nostra Costituzione (che fu il frutto dell'incontro tra le culture democratiche laiche, cattoliche e marxiste, all'indomani dell'immane tragedia della Seconda Guerra Mondiale) è sotto attacco, tenuta come un foglio sospeso sul bordo di un cestino.