Post

17 Dicembre 2017

Condanna per corteo neofascista a Bologna

"Lo sport è un momento di serenità e di passione pulita e sincera, senza odi o rancori, libero da nostalgie condannate dalla storia.

Spiace che una partita di calcio invece che essere momento di socialità diventi teatro di offese alla memoria di chi come Arpard Weisz fu assassinato dalla follia della Shoah. Poiché non è la prima volta che questo accade nel mondo dello sport (agonistico o dilettantistico che sia), sarebbe opportuno che i vertici delle società sportive calcistiche riflettessero sulle loro responsabilità verso la nostra comunità". Così Simonetta Saliera in merito a quanto avvenuto oggi a Bologna.

Post

24 Aprile 2019

Condanna per lo sfregio alla lapide della Bolognina

"Condanniamo nel modo più risoluto e senza appello l'ennesimo grave sfregio ai simboli della lotta di Liberazione e della Resistenza. A Bologna violenze di questo tipo non possono avere né spazi, né tolleranza.

24 Aprile 2019

Buon 25 aprile!

"Se agli italiani fu risparmiata la dissoluzione territoriale del Paese, come in Germania, se fu risparmiato un governo militare straniero come in Giappone, se si poté evitare una lunga guerra civile come in Grecia, se si poté scegliere liberamente con un referendum se essere monarchia o repubblica, e, da subito, votare per partiti diversi, è perché nella lotta partigiana l'Italia si riscattò.