Post

7 Dicembre 2017

Il Presepe Sfolgorante

Un messaggio di pace e di amore. Grande successo per l’inaugurazione del “Presepe Sfolgorante” di Giulia Napoleone, il presepe che fino a dopo l’Epifania sarà visitabile nei locali dell’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna. A fare gli onori di casa la Presidente del Parlamento di viale Aldo Moro Simonetta Saliera e alcuni consiglieri come Giuseppe Paruolo, Galeazzo Bignami e Stefano Caliandro.

“Questo è un presepe 4.0, molto essenziale, ma che sta nella tradizione”, ha detto monsignor Ernesto Vecchi, vescovo ausiliare emerito di Bologna, che ha inaugurato l’opera e ricordato il messaggio di salvezza che la Natività ha in se. Monsignor Vecchi ha anche pregato per la Presidente dell’Assemblea, il consiglieri tutti e i dipendenti del Parlamento di viale Aldo Moro. “Il presepe vuole essere un messaggio di pace e di amore universale”, spiega Saliera che nel ringraziare tutti coloro che hanno permesso di realizzare l’allestimento ha avuto parole di ringraziamento soprattutto per il Presidente del Parco Emilia-Orientale Giovan Battista Pasini che ha allestito in Assemblea un albero di Natale decorato con i pensierini degli studenti di scuole elementari di Casalecchio di Reno (Bologna) e Cento (Ferrara), molti dei quali presenti all’appuntamento di oggi così come studenti delle scuole serali per stranieri di Bologna che si sono intrattenuti con Saliera e monsignor Vecchi.

Post

26 Marzo 2019

Cordoglio per la scomparsa del sindaco di Loiano

"A nome mio personale e di tutta l'Assemblea legislativa regionale dell'Emilia-Romagna esprimo le più sentite condoglianze per la scomparsa di Patrizia Carpani, sindaco di Loiano. Amministratrice seria e innamorata della sua comunità, il Sindaco Carpani lascia un grande vuoto. Ai suoi cari, a quanti l'hanno conosciuta vanno le nostre più sentite condoglianze".

26 Marzo 2019

Condanna per il vandalismo ai danni della targa in ricordo delle vittime della Uno Bianca

"Si tratta di un grave sfregio a tutta la città di Bologna, un'offesa alle vittime e ai loro famigliari e a quanti credono nella democrazia e nella civile convivenza. Bologna non dimentica la barbarie e la violenza degli efferati omicidi della banda criminale della Uno Bianca. A Rosanna Zecchi, a tutti i famigliari delle vittime va tutta la nostra più sincera vicinanza, certi che i responsabile di questa viltà verranno individuati dalle autorità competenti e puniti".