Post

25 Novembre 2017

Giornata contro la violenza alle donne: no al crimine più odioso

"Convocare un convegno oggi è molto importante perché avviene nella Giornata contro la violenza contro le donne. Un appuntamento molto importante perché ci ricorda ogni giorno della gravità di quella che è una delle piaghe della nostra società. La violenza contro le donne è uno dei crimini più odiosi perché colpisce la dignità stessa della persona umana e perché spesso è perpetuata da persone che si conoscono, da famigliari, da amici.

E' un crimine orribile perché si porta ancora dietro antichi pregiudizi, luoghi comuni che puntano a trasformare la vittima in colpevole, in complice. Dobbiamo, invece, ribadire la nostra ferma condanna di ogni violenza, di ogni sopruso”. Parola di Simonetta Saliera, Presidente dell’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna che questi concetti li ha messi nero su bianco in un messaggio rivolto al Cif, il Centro Italiano Femminile che questa mattina a Bologna ha organizzato il convegno dal titolo “Valorizziamo il noi in ambito familiare, educativo e civile”. “Dobbiamo dire no a ogni forma di violenza. E non limitarci a farlo solo nel momento di gravi fatti, da ultimo quando avvenuto alcuni giorni fa a Budrio. Dobbiamo – sottolinea Saliera – lavorare per costruire una società democratica, basata sulla dignità della persona umana: nel mondo del lavoro, che sta diventano sempre di più barbarico, senza regole e senza diritti. Con un ritorno a forme di sfruttamento spacciate per modernità. Nel mondo della scuola, primo momento di formazione dei giovani”.

Post

23 Agosto 2019

11 settembre di pace, Daoud Nassar racconta la sua storia

Può una fattoria coltivare la pace? Può un uomo che insegna a non odiare difendersi e superare le difficoltà? Può un uomo che vive nella terra più martoriata dai conflitti parlare di comprensione tra i popoli? Sembra utopia, ma la vita di Daoud Nassar dimostra che tutto questo è possibile: primo non sentirsi vittime, secondo non odiare i propri oppressori, terzo essere costruttore di pace.

22 Agosto 2019

Legambiente premia i vini bolognesi

I vini bolognesi conquistano la Festa di Legambiente. Nel corso della XXXI edizione di FestAmbiente, la tradizionale kermesse organizzata dalla più importante associazione ambientalista italiana, che si è svolto a Grosseto nel cuore dell'estate due aziende vinicole bolognesi hanno conquistato il podio iridato: si tratta della Tenuta Santa Cecilia di San Lazzaro di Savena che è stata premiata per il suo "pignoletto frizzante", e l'Azienda Tomisa sempre di San Lazzaro di Savena, premiata per il suo Barbera Emilia.