Post

4 Novembre 2017

Porte aperte in Assemblea, grande successo di pubblico

Tra arte e democrazia: grande successo per l'apertura straordinaria dei locali dell'Assemblea legislativa regionale dell'Emilia-Romagna in occasione della festa del 4 novembre.

Questa mattina un centinaio di cittadini, tra i quali una delegazione nazionale dell'Uncem (l'Unione delle comunità montane) oggi a congresso a Bologna, hanno "invaso" pacificamente i locali del Parlamento regionale di viale Aldo Moro per visitare la mostra sul Cile realizzata in occasione dell'anniversario del sacrificio di Salvador Allende, il nuovo allestimento delle opere d'arte donate all'Assemblea regionale da artisti di fama internazionale e l'Aula assembleare. "Ringraziamo tutti coloro che hanno accettato il nostro invito e intendiamo la loro presenza come un apprezzamento del nostro lavoro e soprattutto un impegno a fare sempre meglio, con passione e impegno", spiega Simonetta Saliera, Presidente dell'Assemblea legislativa regionale. I cittadini hanno potuto visitare le opere d'arte allestite in Assemblea grazie a una visita guidata tenuta da Sandro Malossini, esperto d'arte e curatore della mostra permanente che dal mese scorso orna il "Piccolo Transatlantico" del Parlamento di viale Aldo Moro. Visibilmente emozionati, gli ospiti hanno potuto poi vedere come funziona l'Aula dove si svolge l'Assemblea, visitarla, capire come funziona la democrazia regionale e sedersi tra i banchi per provare l'ebrezza di essere "consiglieri per un giorno". "Appuntamenti come questi sono l'occasione per spiegare alle persone a cosa serve la Regione, cosa facciamo per il bene comune: è un modo - sottolinea Saliera che cogli l'occasione per ringraziare tutti quelli che rendono possibile questi eventi - per avvicinare i cittadini alle Istituzioni, per rafforzare la nostra comunità".

Post

22 Ottobre 2021

Cordoglio per la scomparsa di Don Luciano

“La scomparsa di Don Luciano, già parroco di Pianoro Vecchia e Livergnano, è motivo di dolore e di forte dispiacere. Ai suoi famigliari, alla Chiesa di Bologna e a tutti coloro che lo hanno conosciuto e apprezzato il suo impegno di sacerdote vanno le mie più sentite condoglianze. Ci conoscevamo bene, amava ed era un gran conoscitore di musica in particolare d'organo e aveva una innata curiosità di conoscere il mondo in profondità tanto da studiare diverse lingue come il russo proprio per capire a fondo le persone, la loro vita e le loro profondità. Le nostre zuppette alle 23 di sera erano farcite di musica, pittura antica e racconti di vite nei diversi mondi”.

12 Ottobre 2021

Cordoglio per la scomparsa di Sante Tura

"Scienziato di grande livello, medico di stimato valore. Con Sante Tura scompare uno dei bolognesi più illustri, capace di essere appassionato pioniere nel campo della ricerca".