Post

23 Ottobre 2017

(Quasi) Sold out per la proiezione del film su Cantiere 2 agosto

E’ quasi sold out- ultimi biglietti gratuiti chiamando il teatro allo 051/4399123 o alla mail info@teatrocelebrazioni.it con oggetto “Prenotazione proiezione Cantiere 2 agosto”- la serata del 31 ottobre prossimo (ore 20.30, teatro Il Celebrazioni), durante la quale sarà distribuito gratis il libro e proiettato in anteprima il docufilm Cantiere 2 agosto – Narrazione di una strage.

E’ questo, infatti, il titolo del progetto realizzato dall’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna (su ideazione del regista Matteo Belli e della storica Cinzia Venturoli) in collaborazione con l’Associazione dei famigliari delle vittime e con l’aiuto libero delle emittenti televisive regionali, per ricordare la strage del 2 agosto 1980 alla stazione di Bologna. Hanno partecipato anche gruppi musicali bolognesi (Jureduré, Earthset, Massimiliano Martines, Enrico Zoni e Luca Taddia) che hanno messo a disposizione gratuitamente le loro musiche. La serata e un paio di trailer sono stati presentati stamane alla stampa da Belli, Venturoli e dal presidente dell’associazione dei famigliari delle vittime della strage, Paolo Bolognesi. “Vogliamo donare alla città di Bologna e ai suoi cittadini- spiega la presidente dell’Assemblea Simonetta Saliera– il riconoscimento di grande solidarietà dato alla città il 2 agosto 1980: il libro, il film e la sua proiezione sono un dono ai narratori, ai famigliari delle vittime e a quanti non hanno potuto essere in piazza perché resti ne resti un ricordo indimenticabile”. Il docufilm, 50 minuti montati da quattro giornalisti dell’ufficio stampa dell’Assemblea su 30 ore di girato complessivo di 12 cameraman (6 dell’Assemblea e altrettanti delle tv private regionali) riassume una giornata premiata da oltre 10 mila spettatori in carne e ossa per le strade della città e restituisce il senso di un’istituzione sempre più proiettata verso l’esterno, ai cittadini, anche grazie alla collaborazione con le tv private. “Da spettatore -ha spiegato Belli-, posso dire che le narrazioni del 2 agosto e il docufilm hanno scritto una pagina non scontata nella storia bolognese”. Dal regista apprezzamento anche per come la presidenza dell’Assemblea “abbia saputo valorizzare un evento di questo tipo e l’abbia saputo fare in tempi così brevi”. “Una grande scommessa -ha sottolineato Venturoli-, un linguaggio del teatro utilizzato da chi non è attore professionista e un modo di fare public history grazie all’accoglienza della città”. Un evento riuscito, tanto che “ci hanno chiesto di portare in tournèe i narratori e di presentare fuori Bologna il Dvd”, annuncia la storica. “E’ stato un atto eccezionale ricordare in questo modo -ha precisato Paolo Bolognesi, presidente dell’Associazione famigliari delle vittime- e grazie all’evento del 2 agosto scorso anche i parenti delle vittime hanno partecipato con un entusiasmo eccezionale, per questo abbiamo aderito volentieri. L’entusiasmo con cui si è lavorato non è facile trovarlo negli enti pubblici”. I biglietti prenotati devono essere ritirati alla biglietteria del teatro Il Celebrazioni – Via Saragozza, 234 – entro 48 ore dalla prenotazione. La biglietteria è aperta dalle 15 alle 19 dal lunedì al sabato.

Post

18 Settembre 2020

I 70 anni di sacerdozio di Don Lorenzo Lorenzoni

Parrocchia di Montecalvo in festa con il Cardinale Matteo Maria Zuppi, per i 70 anni di ordinamento sacerdotale di Don Lorenzo Lorenzoni, il parroco 94 enne che oltre 10 anni ha letteralmente ricostruito la parrocchia alle porte di Bologna e che proprio da sette decenni è in "servizio permanente", prete dalla mattina alla sera sempre in attività.

24 Agosto 2020

Referendum 20-21 settembre 2020: le ragioni del NO

"L'Idea di Pianoro" REFERENDUM DI SETTEMBRE. Abbiamo chiesto un giudizio a Simonetta Saliera, già sindaco di Pianoro e presidente dell'Assemblea regionale: "Torniamo alla Costituzione. Il valore di una Costituzione e la sua efficacia li si misura nell'arco dei decenni. Da troppi anni la nostra Costituzione (che fu il frutto dell'incontro tra le culture democratiche laiche, cattoliche e marxiste, all'indomani dell'immane tragedia della Seconda Guerra Mondiale) è sotto attacco, tenuta come un foglio sospeso sul bordo di un cestino.